Estra offerta luce

Donne sole, padri separati, anziani senza familiari, giovani che escono da situazioni borderline: sono alcune delle fasce della popolazione alla ricerca di un alloggio dove poter ricominciare una nuova vita. Persone che necessitano di una risposta “su misura”. In questa ottica si muove Auser Abitare Solidale sbarcato a Prato grazie ad ad una intesa tra Auser Abitare Solidale, Auser territoriale di Prato e l’amministrazione comunale di Prato.

Mercoledì 13 dicembre è stato siglato un protocollo di collaborazione per dar vita ad una cabina di regia in grado di sviluppare anche a Prato l’esperienza di convivenze sociali solidali sviluppate nella città metropolitana di Firenze.

Prato è la città toscana con la più alta percentuale di anziani: il 21% supera i 65 anni di età. «Abitare Solidale non è una agenzia immobiliare – spiega il presidente dell’associazione Auser Abitare Solidale Renato Campinoti – ma è un nuovo modo di fornire le risposte abitative per le fasce sociali in difficoltà, è un modo er venire incontro alla solitudine degli ultra sessantenni e ai bisogni di alloggio di persone disagiate. E, soprattutto, un’occasione per fornire un trampolino per ricominciare una nuova vita».

Nella giornata del 13 dicembre si è tenuto anche un seminario dal titolo “Sull’abitare solidale: costruire risposte di Comunità al disagio abitativo” nella Sala consiliare della Provincia di Prato via Ricasoli 25 a Prato.

Al convegno hanno partecipato il sindaco Matteo Biffoni presidente Anci Toscan che ha sottolineato l’importanza di avere a Prato questa esperienza, il presidente di Auser Abitare Solidale Renato Campinoti, il presidente di Auser territoriale Prato Andrea Cambi, il vice presidente di Auser Abitare Solidale Gabriele Danesi, l’assessore al Welfare di Campi Bisenzio Luigi Ricci che ha raccontato l’esperienza di Campi Bisenzio con i condomini solidali, l’assessore alla salute e politiche sociali di Prato Luigi Biancalani, Bianca Maria Cigolotti dell’assessorato regionale al Welfare e la referente del Condominio Solidale di Firenze Chiara Banfi.

Post correlati