Estra offerta luce

L’addio al nubilato di Sonia, è passato da Bologna per dirigersi in una località sconosciuta. La sposa, che pronuncerà il suo sì tra un mese e mezzo, è veronese. E da Verona è partita, in un sabato mattina in cui pensava di dover andare a lavorare, con un gruppo di amiche. Sono state loro, tutte con maglietta a tema, a prelevarla e a dirle che avrebbero preso il treno, dirette in un posto misterioso. Tutto per festeggiare l’addio al nubilato e per, indirettamente, ricordare che in Italia ci si sposa ancora. Con un tocco di creatività, amicizia e intesa, ci si diverte pure. Almeno una quarantina di giorni prima delle nozze. Largo alla giovane promessa sposa, allora, e alle damigelle con la maglietta “Addio al nubilato in corso”.

Addio al nubilato, matrimoni e statistiche

Addio al nubilato di Sonia - la promessa sposa e le amiche alla stazione di BolognaLe ragazze sono comparse a margine dei binari, con la protagonista in velo, coccarda, fascia e giarrettiera, proprio nel giorno di un matrimonio del quale s’è parlato anche troppo, ovvero quello tra Fedez e Chiara Ferragni.
Tra nozze in corso Sicilia e addio al nubilato alla sua prima tappa, quella bolognese per prendere la coincidenza del treno, arriva puntuale anche la notizia. Anzi, la ricerca.
È quella condotta da Ipsos per conto di Ebay e che si focalizza proprio su usi e costumi dei giovani italiani che si sposano ai giorni nostri. Non solo i giovani, per altro.
Il sondaggio online svolto da Ipsos su un campione di 1000 italiani tra i 16 e i 70 anni è stato condotto tra il 30 aprile e il 1° maggio scorsi. Recentissima, invece, la divulgazione dei risultati, in particolare di quelli del focus sulla fascia d’età fra i 18 e 24 anni.

Il 44% degli italiani crede nel matrimonio

Dalla ricerca commissionata da eBay.it questa primavera, è emerso che il 44% degli intervistati, pari a circa 12,9 milioni di italiani, continua a credere nel rito del matrimonio. Convinzione che interessa anche le generazioni più giovani: il 35% degli intervistati fra i 16 e i 34 anni la ritiene ancora un’istituzione in cui credere.
Si ha quindi ancora fiducia nel vincolo matrimoniale, ma non si avverte più come un tempo la necessità di spendere cifre importanti per l’organizzazione: la pensa così il 67% dei millennials intervistati.

Il parere dei più giovani

Secondo oltre 5 milioni di millennial decidere di fare il grande passo sarebbe più facile se ci fosse un modo per organizzare una bella cerimonia a costi contenuti.

Ed ecco che per riuscire a rimanere nel budget prefissato, che per la maggior parte dei giovani resta fra i 1.000 e i 5.000 euro, emerge la propensione a ricorrere da un lato al Fai Da Te per alcuni aspetti allestitivi (46% dei millennial intervistati) e, dall’altro, agli acquisti online (72% dei millennial coinvolti comprerebbe online articoli destinati alle proprie nozze).
Anche per le liste nozze la rete diviene un luogo di scelta interessante, il 56% si dichiara disponibile a crearle personalizzate sul web.

Fiori, confetti e acquisti online

I consumi online dedicati a questo particolare settore salgono e la conferma arriva dai dati di vendita di eBay.it, che nel 2017 ha registrato complessivamente un acquisto relativo all’organizzazione del matrimonio ogni 7 minuti.

Tra le sottocategorie merceologiche coinvolte, si ci può soffermare sulla sezione abbigliamento e accessori per matrimonio che registra un acquisto ogni 17 minuti e quella riguardante le decorazioni con 1 acquisto ogni 11 minuti.

Fra gli articoli relativi all’abbigliamento e agli accessori per la cerimonia, in testa gli acquisti di accessori da sposa, in particolare gli articoli per l’acconciatura, come corone, tiare, e giarrettiere. Se invece consideriamo il periodo più caldo per questo genere di shopping, il mese fortunato è giugno, con il +89% rispetto alla media annuale di acquisto.

Per quanto riguarda l’allestimento, e quindi le decorazioni e i dettagli di stile per il ricevimento, gli oggetti più acquistati sono stati inviti e partecipazioni, decorazioni d’ambiente, nastri e fiocchi, fragranze per matrimonio e fiori, petali e ghirlande. Il mese di compere folli è aprile, con un +60% di vendite rispetto alla media annuale.

Che cerimonia scegliere?

Ma quale tipologia di cerimonia è quella preferita dai millennial italiani? In cima ai desideri resta la cerimonia classica e tradizionale, scelta dal 45% degli intervistati, seguita da quella all’insegna del Fai Da Te (33%) e da quella su una spiaggia in riva al mare (19%).