Ci ha lasciato Morena Pagliai. Morena aveva insegnato letteratura all’Università di Firenze ed era stata autrice di numerosi saggi sul teatro, la poesia e la lingua. Eletta come indipendente nelle liste del Pci, è stata parlamentare alla Camera dei Deputati per due legislature, dal 1976 al 1983. Successivamente, sempre come indipendente nelle liste del Pci, è stata consigliera comunale dal 1985 al 1990. Ha ricoperto l’incarico di presidente del Teatro Metastasio e si è impegnata nella cura dei cicli di lezioni dell’Università per il tempo libero di Prato.  Una intellettuale, una donna, una politica attenta, curiosa, critica, innamorata dei giovani ai quali ha dedicato molto del suo impegno. Me la ricordo così e la sua immagine si mescola con i ricordi, tanti, della sua esperienza politica che ha toccato tre decenni della vita della nostra città dando un grande contributo alla diffusione della cultura e dell’apprendimento.

Morena da parlamentare ha firmato numerose proposte di legge sui tanti aspetti attinenti la scuola e la formazione dall’ordinamento scolastico alla riforma degli organi collegiali alla materna alla formazione professionale alle norme per agevolare l’inserimento dei ragazzi con handicap nell’istruzione e tanti altri e poi anche proposte su temi come la discriminazione delle donne nei luoghi di lavoro solo per ricordarne alcuni.

Ho avuto modo di incontrarti e conoscerti da giovanissima quando ero attiva nel movimento studentesco e nella fgci e poi poco più che ventenne agli albori della mia esperienza politica in consiglio comunale e nel pci incontrandoti sempre disponibile a dare un contributo per il quale non ti risparmiavi si trattasse di cultura, di scuola, di temi a cui eri affezionata come quelli legati alla differenza di genere, avevi un piglio deciso e gentile al tempo stesso, amavi la poesia e la letteratura ed era bello parlarne insieme. Ciao Morena e grazie per tutto quello che hai dato con amore per la tua Prato.

Post correlati