Estra offerta luce

Oggi è la giornata mondiale della salute mentale e l’Organizzazione mondiale della sanità ha evidenziato come a riguardo importantissimo è cogliere segnali e proteggere le persone contro le malattie e i disturbi mentali fin dall’adolescenza.

Gli anni compresi tra la fine dell’infanzia e l’inizio dell’età adulta sono anni di trasformazione, in cui si cambia spesso scuola, si va ad un università, si trova il primo lavoro. Possono essere un periodo eccitante, ma anche portare a stress e ansie che, se non riconosciute e ignorate, sono capaci di condurre a disturbi mentali, come depressione, e in alcuni casi al suicidio.

Globalmente, la metà dei disturbi mentali iniziano prima dei 14 anni, e il suicidio è la seconda principale causa di morte nel mondo di persone tra i 15 e i 29 anni.

Ulteriori problemi sono in molti Paesi l’uso dannoso di alcol e droghe illecite, che possono portare e rapporti sessuali non protetti e a guidare in modo pericoloso per sé e per gli altri. Disturbi mentali relativi alle abitudini alimentari sono anch’essi un problema.

Fortunatamente c’è un crescente riconoscimento a livello globale della necessità di aiutare i giovani a sviluppare una resistenza mentale per poter affrontare le sfide del mondo di oggi.

Vi è sempre maggiore evidenza che proteggere la salute mentale dei giovani è utile non solo ai giovani stessi, ma anche all’economia società nel suo complesso.

Per salvaguardare la salute mentale dei giovani molto può essere fatto. La prevenzione comincia con l’essere consapevoli e con il comprendere i primi segnali del disturbo mentale. Genitori e insegnanti possono aiutare bambini e adolescenti a sviluppare abilità per affrontare meglio le sfide di ogni giorno a casa e a scuola. Supporto psicosociale può essere dato nelle scuole e in altri ambienti di comunità e naturalmente si può porre in essere un corso di istruzione per lavoratori sanitari per renderli capaci di identificare e gestire disturbi relativi alla salute mentale.

Investimento dai governi e il coinvolgimento dei settori socio sanitari in programmi completi sulla salute mentale dei giovani è essenziale. Quest’investimento dovrebbe essere legato a progetti per aumentare la consapevolezza tra gli adolescenti e i giovani adulti riguardo a metodi per proteggere la propria salute mentale e per aiutare compagni, genitori e insegnanti a sapere come supportare i propri amici, figli e studenti.

Ogni soldo speso a riguardo, come è sempre più evidente, rende molte volte tanto a lungo termine sulla salute economica e sociale di un paese.

Questo è, per l’Organizzazione mondiale della sanità, ciò sui cui dovremmo concentrarci per la giornata mondiale della salute mentale di quest’anno.