In vista della ricorrenza della Liberazione dal nazifascismo a Prato e negli altri comuni della provincia, sono molti gli appuntamenti per commemorare la Resistenza, organizzati dal comitato Anpi pratese. «Questo periodo è per noi uno dei più impegnativi – dice la presidente Angela Riviello – la Resistenza e i partigiani ne sono i protagonisti. Chiunque voglia minimizzare l’importanza storica o voglia sfumare la memoria, nel tentativo di tagliare il debito di riconoscenza verso questa pagina di storia, commette un gravissimo errore, specie in un momento così delicato come quello che stiamo affrontando».

«Si sa che, chi non conosce il passato, sia condannato a ripeterlo; perciò intendiamo approfondire certi aspetti storici proprio con la prospettiva futura, portando avanti quei valori antifascisti di pace, giustizia sociale e solidarietà – prosegue Riviello – che sono sanciti nella nostra Costituzione, e che tuttavia ancora oggi, nel settantesimo anniversario dalla promulgazione, rischiano di restare per larga parte disattesi».

Venerdì 1 e sabato 2 settembre al circolo G. Rossi di Sant’Ippolito si terrà la tradizionale Festa provinciale con forum, musica e momenti conviviali, “Eppur bisogna andar!” (https://www.facebook.com/events/261077724408187/).

Ad aprire la rassegna, alle 18 di venerdì 1 settembre, l’incontro sull’Atlante delle stragi nazifasciste, realizzato da Anpi insieme all’Insmli, per denunciare i crimini di eserciti e milizie occupanti contro la popolazione civile, e particolarmente interessante rispetto anche ai tentativi di revisionismo e alle derive neofasciste emerse di recente. A seguire, venerdì sera cena partigiana con soci e simpatizzanti dell’Anpi – richiesta la prenotazione – e infine musica con il gruppo Cave Canem.

Sabato 2 settembre nel pomeriggio invece si terrà un incontro di dialogo fra i partigiani del pratese e le nuove generazioni, per trasmettere e onorare la Memoria di quelle donne e quelli uomini che in piena guerra e miseria hanno lottato sacrificando tutto quel che restava, fino alla vita stessa, per riscattare l’infamia e le ingiustizie di dittature liberticide e disumane.

Ci sono poi gli appuntamenti di “Aspettando il 6 settembre” in collaborazione con il comune di Prato ed il museo di Figline. Anpi apre la rassegna domenica 3 settembre. Alle ore 18 verrà inaugurata in palazzo Banci Buonamici, la mostra fotografica e documentale “Anpi ed il Premio Prato – Raccontare la Resistenza”, saranno presenti il sindaco di Prato, Matteo Biffoni, e Ilaria Bugetti consigliera regionale. Alle 18,30 seguirà la performance “fra testimonianze e racconti” con attori pratesi. La mostra resterà aperta fino al 10 settembre.

Nell’ambito della mostra, martedì 5 settembre 2017 alle 18,15 – sala Ovale, palazzo della provincia via Ricasoli 25 – presentazione del libro di Alessandro Bicci “Il premio letterario Prato” edizione Pentalinea – introdotto da Andrea Mazzoni, Angela Riviello, Francesco Venuti. Sarà presente l’autore. La presentazione sarà accompagnata da immagini, musica e letture.

Giovedì 7 alle 18,15 in Giardino Banci Buonamici, replica integrale della performance “Raccontare la Resistenza – storia del Premio Prato fra racconti e documenti inediti.

Imperdibile l’appuntamento il 6 settembre con la Marcia della Pace a Figline, con partenza da Villa Fiorita alle 21,30 per tornare “sui luoghi dove è stata scritta la Costituzione”, nata dal sacrificio del movimento di Liberazione.

Il programma non si limita alla sola città di Prato e vede protagoniste anche le altre sezioni, grazie all’impegno degli iscritti di Carmignano, che dal 2 al 17 settembre presso il salone consiliare del comune organizzano una mostra documentaria su “Antifascisti e Partigiani del territorio di Carmignano” ad ingresso libero.

Il 10 settembre appuntamento a Montemurlo, in collaborazione con il circolo Arci Meucci Tamare, lo Spi, il gruppo trekking la storia camminata ed il Comune di Montemurlo. La giornata partirà con il ritrovo alle 8,30 presso Casolare Casa fonte ad Albiano per una camminata nei luoghi della resistenza di Montemurlo. Alle 11,30 inaugurazione targa a Nedo Nerucci Partigiano ed ex presidente circolo Arci Tamare Meucci, presso circolo Arci Tamare Meucci ,piazza della Libertà Montemurlo; per finire con un pranzo, a cui invitiamo a partecipare i cittadini, previa prenotazione, presso Casolare Casa fonte ad Albiano. Alle manifestazioni e a pranzo, avremmo il piacere di avere come graditissimo ospite Adelmo Cervi, che ci racconterà la storia, ma anche la forza, della sua esemplare famiglia che non ha mai perso la fiducia nel futuro nonostante l’immensa tragedia.

Ricordiamo infine la tradizionale gita a Marzabotto, quest’anno programmata per il 1 ottobre, che come ogni anno ci vede partecipi alle commemorazioni della strage.

Le iniziative sono ad ingresso gratuito ed invitiamo la cittadinanza a partecipare numerosa.

Per info e prenotazioni: federazioneanpiprato@gmail.com

Post correlati