Le elezioni presidenziali americane hanno attratto l’attenzione mondiale per mesi e sin da quando Trump come presidente degli Stati Uniti non era altro che una possibilità, sono stati moltissimi gli artisti, e soprattutto i musicisti, a schierarsi contro il tycoon. Adesso che quell’eventualità si è realizzata, i cori di dissenso e le barricate attorno al neoeletto Trump si sono rafforzati e sebbene di solito i locali non prendano posizioni politiche, con i Four Tramps a calcare il palco del Riff Club di Prato schierarsi diventa quasi doveroso.

Venerdì 24 marzo, proprio nel giorno dell’uscita del loro secondo album “Pura Vida”, i Four Tramps si esibiranno nel locale di via Dino Saccenti, una band quasi profetica dal momento che quando Trump era ancora solo un candidato improbabile, loro ci hanno fatto una canzone e un video che si sono ben presto avverati.

Il gruppo si è formato a Reggio Emilia nel 2011 con l’intento di promuovere musica propria e ben presto hanno dato vita a una “scapestrata, irriverente, dissidente, indignata, squattrinata, egocentrica, rumorosa, insolente, passionale, sexy, ooh si, tremendamente sexy, rock’n’roll band”, come loro stessi si definiscono.

“Siamo qui per divertirci e far divertire, ma ponendoci sempre degli interrogativi sul mondo e l’attualità, una scuola di pensiero da cavalcare, quella della rivoluzione delle coscienze. Alla fine, come disse qualcuno ben noto, è solo rock’n’roll, ma a noi piace così”.

Ad aprire il concerto gli Smoking Barrels, un’eclettica cover band che propone grandi brani rock, blues e funky: il giusto repertorio per scaldarsi le gambe.

 

Ingresso libero con tessera A.C.S.I.

 

Facebook: https://www.facebook.com/events/RockAgainstTrump