Prato Estate, 200 eventi senza giri di parole (tutto il programma)

Premio letterario Raccontami una storia

Un’estate, una città. È lo slogan, senza parole di troppo, della Prato Estate 2016. Il cartellone, 200 eventi da giugno a settembre, si muove tra varie forme d’espressione e tipi di appuntamenti, con musica e teatro in primo piano.
«Sarà una Prato Estate all’insegna dell’accessibilità – ha detto l’assessore alla Cultura Simone Mangani – Sono tanti i luoghi ritrovati, a partire da piazza delle Carceri, dove all’ombra del Castello si esibiranno i 35 componenti della Shibusa Shirazu Orchestra e dove per sei martedì, da metà giugno alla fine di luglio, troverà spazio Officina Ridens».
«Molti gli artisti che vantano una stretta relazione con la città – ha proseguito –  Roots United, Andrea Franchi, Consuelo Ciatti, Monica Bucciantini, Maila Ermini, Daniele Griggio e Prato Teatro, Sara Nesti, Riccardo Goretti, Pasquale Scalzi, Aldo Gentileschi, Andrea Melani, Massimo Altomare, Gabriele Ara, Siliana Fedi sono solo alcuni dei professionisti in cartellone. Alcuni di loro sono nati qui, altri vi si sono stabiliti, altri vi fanno ritorno in questa occasione, altri ancora hanno svolto qui il loro percorso formativo».
«Siamo assolutamente soddisfatti della scelta di chiusura e di collegamento tra la Prato Estate e il Settembre: dopo il 2015 degli Interpol, il 2016 si chiuderà con gli Air in Piazza Duomo. Paolo Fresu e la Shibura sono ad ingresso libero, una scelta che ci fa piacere rimarcare», ha aggiunto l’assessore.
Molti sono i luoghi insoliti chiamati a essere via via palco naturale. Non solo il centro storico, che resta il cuore della programmazione, ma anche le aree decentrate e peri-urbane. Accanto alla Corte delle sculture della biblioteca Lazzerini, ci saranno gli Ex Macelli e poi Palazzo Datini, Piazza delle Carceri, Palazzo Pretorio e poi ancora San Paolo, il Cantiere,  la Calvana, le Cascine e il Teatro Magnolfi.
L’attenzione ai più piccoli è una costante crescente della programmazione e l’appuntamento presso il carcere di Prato, ospite  la Band del Brasiliano, è diventato ormai fisso. Prato Estate si conferma momento anche di inclusione sociale, come confermano gli appuntamenti con Prama, con la Water right Foundation (ospite, Davide Riondino) e con la Diocesi per il giubileo della Misericordia.
Inclusione da un lato, collaborazione dall’altro: molti infatti sono i progetti di soggetti diversi dal Comune ai quali l’amministrazione darà comunque un contributo: “In Sant’Orsola” del Consorzio, “Ex Fabrica” al Giardino del fabbrichino a cura del Tpo-Capanno Black out e Legambiente, “Solstizio D’Estate” dei Dieci Ottavi e la quinta edizione del Prato Film Festival di Events production.
La programmazione inizierà con i Tre Allegri Ragazzi Morti il 10 giugno ad Officina Giovani e si concluderà con la staffetta con il Settembre: Air in piazza Duomo, il 6 settembre.
Tra gli eventi principali sono da segnalare il 3 luglio in Piazza delle Carceri gli Shibusa Shirazu Orchestra , una big band assolutamente unica proveniente dal Giappone: musica jazz, rock, reggae, afro-beat, latin e funk con balli, coreografie, animazioni, palloni volanti giganteschi e mille altre sorprese.
Il 5 di luglio, poi, ad ingresso gratuito nella corte delle Sculture della Biblioteca Lazzerini Paolo Fresu e Daniele Bonaventura con il loro concerto “In Maggiore”.
Dal 21 al 24 giugno, Solstizio d’Estate Festival a Officina Giovani con Dieci/Ottavi, un collettivo under 35 con una programmazione attentissima alla musica che gira intorno e non ancora “major”.
Il 30 giugno, reggae a km0: i Roots United – targa Piero Ciampi 2015 – alla Corte delle sculture della Biblioteca Lazzerini.
A seguire il 13 e 14 luglio nel cortile di Palazzo Pretorio, torna lo straordinario monologo di Sandro Veronesi “Non dirlo, Il Vangelo di Marco”.
Sempre nella Corte sculture della Biblioteca Lazzerini, due appuntamenti con le orchestre giovanili europee , il 18 luglio con Dutch Youth String Orchestra e il 25 luglio con la Jugendphilarmonie Ludwigsburg.
Confermato, inoltre, l’appuntamento con il Festival delle Colline, con due concerti nella Corte delle sculture il 19 e 20 luglio: uno dei due appuntamenti è James Senese e Napoli Centrale.
Dal 26 al 29 luglio cambio di scena: tutti al Giardino Buonamici per il Festival Panaché, una rassegna teatrale all’interno della quale quattro realtà artistiche presentano le loro produzioni più recenti: spettacoli teatrali, performance di danza contemporanea e teatro danza.
A cavallo di luglio e agosto, musica di qualità a palazzo Datini . Nella cornice del cortile del Palazzo, due diverse rassegne: tre appuntamenti con la musica classica del Novecento, il folklore e la contemporaneità proposta dall’associazione culturale Musica Inversa (8 e 20 luglio, e 10 agosto) ma anche sonorità provenienti da terre ed epoche lontane a cura dell’associazione musicale Mesotonica con  la Rassegna PratoAntiqua.
Il patrimonio culturale al centro dell’attenzione: al Pretorio tra Etruschi, teatro e gusto: aperture serali straordinarie, conversazioni in cortile, conferenze, concerti, performance teatrali e degustazioni sulla terrazza panoramica; al Castello dell’Imperatore, invece, tante nuove attività per grandi e piccini, visite guidate in costume, laboratori per i più piccoli, gustosi aperitivi all’ombra della Storia.
Nel nome del jazz e del rock, prosegue la tradizione concertistica con ” I Concerti della Verdi ” nella Corte delle sculture della Biblioteca Lazzerini, un agosto da gustare con i docenti della Scuola comunale di musica Giuseppe Verdi, con il coordinamento artistico di Paolo Ponzecchi. Cinque concerti (1, 8, 16, 22, 29 agosto) con 2 omaggi: a Jimi Hendrix e Pino Daniele.
Non mancherà Musica nei chiostri , la rassegna musicale dell’estate pratese che raggiunge quest’anno la sua VI edizione con la direzione di Andrea Vitello. La rassegna conferma la propria vocazione per i grandi interpreti, con il consueto occhio di riguardo per il Barocco su strumenti originali e un’inedita apertura verso la musica di oggi. Le date programmate sono il 2, 9, 11, 23 e il 30 agosto nei Chiostri di Sant’Agostino, San Domenico, Spirito Santo.
Dopo il grande successo della seconda edizione di Officina Ridens, l’appuntamento con il teatro comico diventa Open Air. Sei martedì in piazza delle Carceri con il meglio della comicità italiana, laboratori per bambini, un ambiente rilassato per grandi e piccini, per vivere insieme questa estate pratese. Ogni sera un laboratori e spettacoli per grandi e piccini.
Per quanto riguarda le attività programmate nel resto della città si segnalano tra gli altri: dal 17 giugno per oltre un mese Ex Fabrica 2016 nel Giardino Fabbrichino con Tpo, Legambiente, Capanno Black Out; Terre Parlanti , il progetto di Narrazione dei Territori a cura di Octava Rima, che propone percorsi narrativi frutto di ricerche letterarie volte ad individuare le principali peculiarità narrative dei luoghi (il Cantiere, le Cascine, tra gli altri); e, infine, Tessuti di Periferia nel quartiere di San Paolo con quattro eventi culturali e di aggregazione del tessuto sociale locale (25 giugno,15 luglio, 27 agosto, 16 settembre). Previsto un Cineforum multilingua en plein air per immergerci in una cultura diversa dalla nostra, ma non poi così lontana.