L’andamento gestionale di  Estra SpA, conferma anche per il terzo trimestre del 2016 la crescita di ricavi, Ebidta e investimenti grazie, soprattutto, alla vivacità del Gruppo in ambito di M&A. Questo in sintesi l’andamento dei principali indicatori*:

 

  • Ricavi: 687,5 milioni di euro, in aumento del 17,8% rispetto allo stesso periodo del 2015 (583,7 milioni)
  • Margine Operativo Lordo (EBITDA): 55,6 milioni contro i 39,1 del 2015 (+42,2%)
  • +8,3 milioni di investimenti: 53,4 nel 2016 e 45,1 nel 2015

 

I dati al 30 settembre 2016 fanno  emergere un andamento economico in miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2015, che a sua volta aveva registrato risultati più soddisfacenti dello stesso periodo del 2014. Questo trend positivo, consolida il trend di crescita di quest’anno e quanto previsto dal budget.

 

I ricavi si attestano a 687,5 milioni (oltre 100 milioni in più rispetto al 2015, con un incremento del 17,8%); tale aumento è principalmente riconducibile all’ampliamento dei volumi dei clienti domestici e business nel comparto della Vendita Gas e all’incremento dei clienti e dei volumi nel comparto Energia Elettrica grazie alle politiche di sviluppo per l’acquisizione di nuovi clienti e alle operazioni di M&A. L’effetto negativo della riduzione dei prezzi delle materie prime, e quindi della loro incidenza sulla bolletta, avvenuto nel corso del 2016, è stato più che compensato dall’incremento dei clienti acquisiti.

Il Margine Operativo Lordo (Ebitda) raggiunge i 55,6 milioni di euro, rispetto ai 39,1 dello stesso periodo del 2015 con un incremento pari al 42,2%; ciò è riconducibile per 5,9 milioni alle operazioni di M&A del comparto Vendita Gas e per 11,9 milioni al significativo aumento della marginalità delle ASA Vendita Gas ed Energia Elettrica.

Aumentano gli investimenti (+8,3 milioni di euro) indirizzati alle operazioni di M&A realizzate nel corso del 2016 (Coopgas e Piceno Gas Vendita) e a impianti e reti per la Distribuzione del Gas.

 

Nel comparto gare si segnalano due importanti risultati. Il primo, l’aggiudicazione da parte di Estra Energie di tre diversi lotti per un valore potenziale di 233 milioni di metri cubi di gas nell’ambito della Gara indetta da Consip per la fornitura di gas naturale alle pubbliche amministrazioni regionali italiane per il 2017. Il secondo, la vincita, sempre da parte di Estra Energie, della Gara C.E.T. (Consorzio Energia Toscana) per la fornitura, nell’anno termico 2016/2017, di gas metano ai soci del consorzio stesso a cui aderiscono oltre 150 enti pubblici della Toscana; il lotto che si è aggiudicata Estra Energie conta ben 35 enti.

 

* I dati economici qui riportati sono stati pro-formati come se la partecipata Prometeo, il cui controllo è stato acquisito a seguito a seguito del conferimento in Estra Energie in data 15 aprile 2016, fosse stata acquisita a partire dal 1 gennaio 2016.