3.000 kg di vestiti sequestrati a Prato con l’aiuto dell’elicottero

Premio letterario Raccontami una storia

Ben 3.000 chilogrammi di capi d’abbigliamento sono stati sequestrati dalla polizia, a Prato, nel corso di un controllo straordinario nelle zone industriali della città. All’opera 9 equipaggi, per un totale di 21 operatori di questura, polizia stradale e reparto prevenzione crimine di Firenze. Le operazioni di controllo si sono svolte con il supporto di un elicottero del reparto volo e un’unità cinofila.
L’attività, su input del compartimento fiorentino della polizia stradale, ha interessato le zone industriali dei Macrolotti di Prato e l’area industriale di Oste, nel comune di Montemurlo, dove è alta la concentrazione di aziende riconducibili alla comunità cinese. Le operazioni di controllo, finalizzate ad accrescere la percezione di sicurezza in ambito urbano e al riscontro del rispetto delle norme del codice della strada,, si sono in particolare concentrati sulla verifica e controllo dei mezzi di trasporto merci in transito.

Oltre ai 3.000 chilogrammi d’abbigliamento sequestrati, sono state identificate 50 persone, di cui 17 cittadini stranieri. Decine i veicoli controllati, 43 in maniera classica e 175 con il sistema di controllo in movimento street control., dei quali 11 sanzionati e 5 sequestrati. Altri 4 veicoli sono stati posti in fermo amministrativo. mentre 27 sono state le contravvenzioni al codice della strada.

«Tale tipologia di servizio persegue la finalità di coniugare non solo esigenze propriamente attinenti alla sicurezza ed alla legalità stradale, ma anche dirette a rafforzare il livello di sicurezza percepita dalla collettività ed a contrastare le principali fenomenologie delittuose che solitamente colpiscono i quartieri industriali e le zone di sostae transito interessate da consistenti movimentazioni di denaro e beni fungibili», spiegano dalla questura di Prato.