33giri dalla14

“33 Giri – Italian Masters” è la serie di documentari di Sky Arte che da anni delizia gli appassionati di musica, e che da mercoledì 20 a domenica 24 luglio sbarca al Cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour 50r), nell’ambito del Musart Festival, due settimane di concerti, mostre, proiezioni e itinerari d’arte a Firenze. La rassegna è realizzata grazie alla disponibilità e alla collaborazione di Sky Arte.

Scritta da Edoardo Rossi con la guida dello storico discografico Stefano Senardi, ideatore e curatore della serie e direttore artistico del Festival Musart, la serie propone storie, aneddoti e curiosità di alcuni tra i dischi più importanti della musica italiana, raccontati da chi ha contribuito a scrivere quelle pagine di musica.

Ogni serata avrà un tema e proporrà quattro documentari, spaziando da Dalla a Gaber, da De André a Fossati, da Mina agli Area. Inizio ore 20:15, ingresso libero con prenotazione obbligatoria sul sito https://bit.ly/33GIMasters. A introdurre le proiezioni saranno cinque giornalisti musicali.

Conduttore radiofonico, docente e consulente discografico, Giancarlo Passarella sarà ospite dell’appuntamento inaugurale di mercoledì 20 luglio intitolato “Lucio Dalla e altri angeli”: sarà l’occasione per addentrarci in due album iconici del cantautore bolognese, l’eponimo “Lucio Dalla” e “Com’è profondo il mare”, oltre a “Mio fratello è figlio unico” di Rino Gaetano e “Nero a metà” di Pino Daniele.

“Mina, Battisti e amici” è la serata di giovedì 21 luglio, sempre dalle ore 20,15 al Cinema La Compagnia, condotta dalla speaker di Radio Toscana Veronica Bellandi Bulgari: oltre a “Plurale” della tigre di Cremona, vedremo i documentari dedicati a “Far finta di essere sani” di Giorgio Gaber, “Il mio canto libero” di Lucio Battisti e “Lindbergh” di Ivano Fossati.
“De André, ostinato e contrario” è il titolo dell’appuntamento di venerdì 22 luglio, condotto da Fulvio Paloscia di Repubblica: si parte con “Le nuvole” e “Creuza de ma” dell’indimenticato Faber, seguiti da “Tabula Rasa Elettrificata” dei CSI e “Arbeit Macht Frei” degli Area.

E ancora, sabato 23 luglio 2022, il giornalista e conduttore radiofonico Leonardo Canestrelli presenterà la serata “Gianna, Vasco e Liga: Rock Italia”: sotto la lente finiranno gli album “Latin Lover” di Gianna Nannini, “Su e giù da un palco” di Ligabue, “…Ma cosa vuoi che sia una canzone…” di Vasco Rossi e “Oro incenso & birra” di Zucchero.
La serata di chiusura di domenica 24 luglio è nel segno di Franco Battiato – a cui Stefano Senardi, insieme a Francesco Messina, ha dedicato il recente libro “L’alba dentro l’imbrunire”. Vedremo la genesi di due capolavori, “La voce del padrone” e “L’imboscata”, oltre a “Il sole nella pioggia” di Alice e “Salvadanaio” del Banco del Mutuo Soccorso. L’introduzione sarà affidata a Benedetto Ferrara, giornalista, autore e dj.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI – Musart è il festival che abbina grandi nomi dello spettacolo al fascino secolare di Firenze, in programma dal 12 al 26 luglio 2022. Sul palco principale di piazza della Santissima Annunziata, uno dei luoghi più iconici della città, sono attesi Roberto Bolle, LP, Riccardo Cocciante, Achille Lauro, Vinicio Capossela, Goran Bregovic, Rock The Opera, Steve Hackett e Dado Moroni.
A piazza della Santissima Annunziata si aggiungono due spazi adiacenti ricchi di storia e altri spettacoli da non perdere: Nada, Frida Bollani Magoni, Peppe Voltarelli e Tommaso Novi suoneranno nel Cortile degli Uomini dell’Istituto degli Innocenti. Nel Chiostro di Levante dell’Università di Firenze, spazio a Federico Mecozzi, Kabeki/Andrea Faccioli, Simona Sciacca, Pietro Cantarelli e Federico Sacchi.
Musart Festival proporrà spettacoli anche fuori città: Anthony Sidney a Sesto Fiorentino, Giuseppe Scarpato Trio a Marradi, Diana Winter e Riccardo Mori a Fiesole.
Prima degli spettacoli si potranno visitare gratuitamente giardini, luoghi di culto e palazzi monumentali adiacenti a piazza della Santissima Annunziata.
I biglietti sono disponibili online sul sito ufficiale www.musartfestival.it (info tel. 055.667566) e nei punti Boxoffice Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita. Tutti gli spettacoli prevedono la possibilità di acquistare un Gold Package che comprende: biglietto di primo settore, catering con buffet, visita guidata ai luoghi d’arte legati al progetto Musart. La direzione artistica è affidata a Stefano Senardi.

Musart Festival è prodotto da associazione culturale Musart in collaborazione con Istituto degli Innocenti e Università degli Studi di Firenze. Con il contributo di Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Fondazione CR Firenze, Toscana Promozione Turistica e con il sostegno di Publiacqua, ChiantiBanca, Sammontana, Findomestic, Unicoop Firenze, Ruffino, Prinz.