Foto dal satellite di Carrara

9 milioni in arrivo per l’area di crisi di Massa-Carrara

Premio letterario Raccontami una storia

Il Ministero dello sviluppo economico ha pubblicato sul suo sito il nuovo avviso, che vale anche come bando da 9 milioni, per accedere ai finanziamenti per i progetti di reindustrializzazione dell’area di crisi di Massa-Carrara. Lo annuncia la Regione che spiega che si tratta dell’importo ancora disponibile dei 10,4 i milioni, tra fondi regionali e ministeriali, previsti dall’Accordo di programma firmato nel novembre del 2017.
Quello aperto ora, per il quale si potranno presentare le domande a partire dal 15 febbraio, è invece dedicato all’area apuana.

I progetti potranno avere carattere sia industriale-manifatturiero che turistico, ma a tutti è richiesto di prevedere la creazione di nuovi posti di lavoro. Il bando è “a sportello”. Verranno infatti finanziati i progetti secondo l’ordine di presentazione fino ad esaurimento delle risorse disponibili.
A questa opportunità si aggiungerà quella offerta da una delibera che la giunta regionale approverà nei prossimi giorni e che consentirà, grazie a una dotazione di 4,6 milioni di euro, lo scorrimento ulteriore della graduatoria dei protocolli di insediamento.

«Sono buone notizie per il territorio apuano – commenta il presidente della Toscana Enrico Rossi – che confermano non solo la costanza dell’impegno regionale per favorire il rilancio produttivo e occupazionale dell’area, ma anche l’efficacia del contesto disegnato dall’Accordo di programma. Resta in campo la richiesta di riconoscimento di area di crisi complessa, ma intanto è  necessario utilizzare al meglio strumenti e opportunità consentiti dal quadro attuale».

Per presentare agli operatori il nuovo bando e tutto il complesso di azioni in corso e risorse disponibili, il 31 gennaio si svolgerà a Carrara un seminario presso la sede della Camera di commercio di Massa-Carrara.