Ha dato manforte alla madre, in tutta evidenza ubriaca, e insieme a quest’ultima è infine stato messo in sicurezza dai poliziotti e denunciato. È successo ieri sera a Prato, sul tardu, dove una volante della questura è intervenuta per una segnalazione relativa a una donna in forte stato d’agitazione.

Sul posto, in via Erbosa, non troppo distante dal centro cittadino, gli agenti hanno identificato la donna, 46 anni, appurando che era in compagnia del figlio, di 20 anni più giovane. Ai poliziotti, la 46enne è apparsa subito ubriaca e, in considerazione di questo e della sua agitazione, gli stessi agenti hanno chiamato un’ambulanza.
All’arrivo dei soccorsi, però, è scoppiato di nuovo il caos. L’agitazione della donna è aumentata e il figlio se l’è presa a sua volta con i poliziotti, tenendo un comportamento violento.

Nelle fasi del contenimento, due agenti sono stati aggrediti, riportando lesioni, guaribili in 3 e 6 giorni. Prima di farsi refertare, i poliziotti hanno riportato la calma e hanno messo la coppia in sicurezza.

Madre e figlio, infine, sono stati denunciati per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. La donna dovrà rispondere anche di oltraggio e minacce.