Al patron della Pagani Automobili il XXII “Barsanti e Matteucci”

Pietrasanta, 2 novembre 2023 – È stato assegnato al designer italo argentino Horacio Pagani, fondatore e proprietario della casa modenese Pagani Automobili, il XXII Premio Internazionale “Barsanti e Matteucci”, prestigioso riconoscimento istituito dal Comune di Pietrasanta con il Rotary Club Viareggio Versilia e il patrocinio di Regione Toscana, Provincia di Lucca e Università di Pisa per ricordare il suo illustre concittadino, Padre Eugenio Barsanti, ideatore del primo prototipo di motore a scoppio insieme all’ingegnere Felice Matteucci.

La cerimonia di consegna del premio si svolgerà sabato 4 novembrealle 18, nella sala dell’Annunziata, all’interno del Complesso di Sant’Agostino: “Un’occasione per non dimenticare la genialità di un nostro concittadino – così il sindaco e assessore alla cultura, Alberto Stefano Giovannetti – che ha rivoluzionato per sempre la storia dei trasporti ma, soprattutto, per celebrarne l’attualità, omaggiando quanti, in Italia e nel mondo, proseguono l’opera di ricerca scientifica e tecnologica sui mezzi a motore e sulle infrastrutture ad essi dedicate. È proprio questa l’essenza di Pietrasanta: innovazione che affonda saldamente le radici nella tradizione più antica”.

Pagani ha dedicato gran parte della sua vita alla ricerca dei materiali, delle prestazioni e di linee scolpite dal vento: appena dodicenne sognava Modena e la possibilità di “disegnare e costruire le mie macchine”; nell’83 l’approdo in Lamborghini come operaio di terzo livello, fino ad arrivare alla guida di un team che sviluppò la prima vettura al mondo costituita interamente di materiali compositi, dettando le basi per tutte le future applicazioni della fibra di carbonio nell’industria automobilistica.

“Da sempre per Bosch l’innovazione è uno dei pilastri strategici del proprio sviluppo. Seguendo il nostro slogan “Tecnologia per la vita” cerchiamo ogni giorno con i nostri prodotti e servizi di migliorare la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo. Con questo spirito abbiamo supportato il Comitato Scientifico del Premio Internazionale Barsanti e Matteucci, coordinato dall’ing. Stefano Iacoponi, nell’assegnare il Riconoscimento Innovazione all’interno della cerimonia di premiazione del prestigioso premio. L’obiettivo è selezionare aziende impegnate in progetti innovativi attinenti al settore della mobilità e coinvolte in attività di ricerca con applicazioni e ricadute tangibili nella vita di tutti i giorni”, ha commentato Camillo Mazza, General Manager Robert Bosch GmbH Branch Italy.

Il designer originario di Casilda riceverà il “trofeo Barsanti”, opera in bronzo realizzata dalla Fonderia d’Arte Massimo Del Chiaro su disegno di Virginia Lari, ex studentessa del liceo artistico Stagi che nel 2006 vinse il concorso bandito appositamente, oltre a una medaglia dell’Università di Pisa. Insieme a Pagani sarà premiata anche la start-up “BreBeMi” per aver innovato un tratto dell’autostrada A4. Il Premio Internazionale, presieduto da Andrea Biagiotti, è realizzato con il contributo di Bosch, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e l’azienda Alpa.