Al via la prima rete quantistica inter-europea

Su Advanced Quantum Technologies sono riportati i risultati dell’esperimento di comunicazione
crittografata tra Italia, Slovenia e Croazia, effettuato durante l’incontro del G20 a Trieste.
L’esperimento ha rappresentato la prima dimostrazione pubblica di EuroQCI, l’innovativa rete
europea per le comunicazioni quantistiche a cui l’Italia partecipa con il supporto del Consiglio
nazionale delle ricerche e delle Università di Firenze e Trieste

La Quantum Key Distribution (QKD) è un protocollo in grado di fornire comunicazioni di dati sicure
grazie alle leggi della fisica quantistica, proteggendo da potenziali attacchi: un eventuale tentativo di
intercettare la chiave distribuita attraverso QKD lascerebbe, infatti, una traccia che consentirebbe di
rilevare l’intrusione e di agire contro eventuali minacce alla riservatezza.
Una dimostrazione pubblica di QKD è stata effettuata con successo durante la riunione dei ministri
del G20 sulla digitalizzazione svoltosi a Trieste nel 2021 collegando, per la prima volta, tre Paesi
diversi – Italia, Slovenia e Croazia – su una rete quantistica in fibra ottica: l’esperimento ha avuto esito
positivo, mostrando la maturità del sistema tecnologico della QKD, e ponendolo sotto i riflettori per
applicazioni commerciali nel breve termine.
Oggi, la rivista Advanced Quantum Technologies ne riporta i risultati: l’esperimento ha rappresentato
la prima dimostrazione pubblica di EuroQCI, l’innovativa rete europea per le comunicazioni
quantistiche a cui l’Italia partecipa con la propria rete scientifica, piccole e medie imprese fino a
grandi gruppi industriali.
EuroQCI unisce la fibra ottica commerciale a quella di satelliti dedicati: proteggerà i dati sensibili e
le infrastrutture critiche, fornendo un ulteriore livello di sicurezza basato sulla fisica quantistica. Ciò
migliorerà la sovranità digitale e la competitività industriale dell’Europa, diventando uno dei pilastri
principali della nuova strategia di cybersecurity dell’UE per i prossimi decenni.
Nel lavoro appena pubblicato, gli autori hanno dato il via all’iniziativa EuroQCI collegando Italia,
Slovenia e Croazia, su una rete quantistica in fibra. La rete collega stabilmente Trieste a Fiume con
un unico collegamento in fibra di 100 km, e a Lubiana tramite un trusted node a Postumia.
La rete è realizzata grazie all’Università di Trieste, al gruppo Quantum Communications dell’Istituto
nazionale di ottica (Ino) del Cnr di Firenze, alla Technical University of Denmark (DTU) e
all’Università di Firenze nell’ambito del “Quantum FVG”, progetto finanziato dalla Regione
Autonoma Friuli Venezia Giulia, dalla Facoltà di Matematica e Fisica dell’Università di Lubiana,
dall’Istituto Ruder Bošković e dalla Facoltà di Scienze dei Trasporti e del Traffico di Zagabria. La
realizzazione tecnica è stata curata da QTI srl – spin-off del Cnr e società partecipata Telsy – con il
supporto di TIM, Sparkle, Telekom Slovenije, OIV – Digital signals and networks, Stelkom e Lightnet
che hanno fornito l’infrastruttura in fibra ottica. L’evento di comunicazione quantistica è stato
incoraggiato e sostenuto dalla Presidenza del G20 2021, dai Ministeri italiani MiSE e MAEC