holster 648050 1280

Ancora una sparatoria negli Stati Uniti d’America. Ieri, 24 maggio, un ragazzo armato è entrato nella Robb Elementary School di Uvalde, in Texas, uccidendo 19 bambini e due insegnanti. L’aggressore era Salvador Ramos, ragazzo di 18 anni del liceo della stessa scuola, che, con due fucili semiautomatici, ha compiuto la strage prima di essere ucciso nell’intervento delle forze di polizia. Joe Biden, evidentemente scosso, si è rivolto ai cittadini e al Congresso chiedendo di fare di più, trasformando il dolore in azione. Anche la Vicepresidente Kamala Harris ha affermato “quando è troppo è troppo, ora bisogna agire”.

immagine 2022 05 25 122836
Il numero di stragi dal 2014 al 2022

L’evento di ieri segna la 212esima sparatoria dall’inizio del 2022. I dati sono riportati dal Gun Violence Archive (GVA) organizzazione indipendente che si occupa di segnalare in tempo reale gli episodi di violenza armata negli USA, raccogliendone i dati. Secondo il GVA, i dati aggiornati al 2 maggio 2022 riportano 6296 morti per armi da fuoco, tra questi 1.805 sono bambini ed adolescenti. I feriti, invece, risultano 11.653. Nel corso del 2021 ci sono state 693 stragi, circa 2 al giorno.

Quest’ultima sparatoria si unisce ad una scia di sangue, proprio due settimane dopo il massacro di Buffalo, dove un 18enne suprematista bianco ha aperto il fuoco in un supermercato. I morti ammontano a 10 tra clienti e lavoratori e l’assalitore ha trasmesso il tutto in diretta streaming sulla piattaforma Twitch attraverso una telecamera posta sopra il casco che indossava. La strage di Uvalde precede di tre giorni la convention annuale della lobby americana delle armi, la National Rifle Association, la quale si svolgerà a Huston, in Texas. Durante la convention sono previsti gli interventi di Donald Trump e Greg Abbott, governatore del Texas fortemente criticato per aver allentato le leggi sulle armi nello Stato.

Le indagini dell’istituto di ricerca Gallup mostrano il numero in percentuale di americani che dichiara di avere un’arma in casa dal 1960 al 2020 e il sentimento comune delle persone riguardo alle leggi sulla vendita di armi da fuoco.

gallup1
percentuale di americani che dichiara di possedere un’arma in casa
gallup2
“ritieni che le leggi sulla vendita di armi da fuoco dovrebbero essere rese più severe (verde), meno severe (tratteggiato) o mantenute come sono ora (blu)?”

Martina Marotta

Fonti:

  • Truenumbers
  • Gun Violence Archive