L’Argentario ritrova il suo Bar del Porto

Premio letterario Raccontami una storia

I nuovi tavolini del Bar del Porto
L’interno del Bar del Porto a Porto Ercole

Caffè Mauro riporta a nuova vita il Bar del Porto, storico locale di Porto Ercole che per moltissimi anni è stato il luogo di incontro preferito dal jet set internazionale. All’apertura del Bar del Porto, ne seguiranno altre, a Milano e all’estero, nel corso del 2020. Protagonista dell’iniziativa nel suo complesso, attento a ogni singolo locale, è Fabrizio Capua, presidente e amministratore delegato di Caffè Mauro, azienda leader nella produzione di caffè dal 1949, e presidente della holding Capua Investments.
«Siamo molto orgogliosi di questa apertura – dice Fabrizio Capua a proposito del Bar del Porto di Porto Ercole, all’Argentiario – Diamo il via, infatti, a un progetto in cui credo molto, quello di rilevare caffè e locali di particolare importanza turistica, paesaggistica e storica, con l’obiettivo di far tornare a risplendere magnifiche realtà. Molti locali di valore sono invecchiati con il passare degli anni, oppure si sono trovati ad affrontare passaggi generazionali difficili o ancora hanno dovuto affrontare gravi crisi economiche. Il nostro obiettivo, come holding Capua Investments e come Caffè Mauro, è quello di riportarli al loro antico splendore».
Una linea, questa, sulla quale si inserisce, peraltro quale punto inziaile, il recupero del Bar del Porto di Porto Ercole che «ha richiesto investimenti importanti e molti mesi di lavoro, che ho personalmente seguito, per assicurare il giusto design e i migliori materiali – precisa Fabrizio Capua – in grado di riportare allo splendore originale uno dei gioielli dell’Argentario».
Insieme al progetto che mira al recupero e al rilancio di caffè italiani storici e di grande pregio paesaggistico, come detto, Capua Investments sta lavorando a un piano di apertura di alcuni Flagship Store Caffè Mauro, locali icona della qualità della torrefazione calabrese che quest’anno celebra i 70 anni.

Il Bar del Porto di Porto Ercole

Il Bar del Porto, nato agli inizi degli anni Cinquanta, sembra originariamente ricavato da una grotta dove i pescatori riponevano le reti. Qualche anno dopo, Lora Sabatini iniziò a offrire accoglienza e ristoro agli uomini che rientravano dalle lunghe giornate di mare.

L'interno del Bar del Porto
Il Bar del Porto

Diventa così il Bar Miramare, meglio conosciuto come Bar di Lora.
Fra il finire degli anni’70 e i primi anni 80, la proprietà del bar cambia e il Bar di Lora viene acquisito da Roberto Properzio, milanese e uomo di mare, che alla fine di un lungo navigare con la sua barca a vela approda a Porto Ercole. Innamorato di questo angolo di paradiso, decide di cambiare vita, dedicandosi al Bar Miramare che sichiamerà i da quel momento il Bar del Porto. Questo locale elegante diventa presto il simbolo degli Anni d’oro di Porto Ercole e del suo lungomare, meta del jet set internazionale.
Infine, l’attualità. Nel 2019 il Bar del Porto passa il timone alla Capua Investments che con la Caffè Mauro – storica torrefazione di pregiato caffè – decide nel rispetto della tradizione e dei fasti degli anni passati, di recuperare lo stile originario, ispirato ad uno yacht di lusso che richiama le atmosfere della dolce vita di Porto Ercole e della costa. Un periodo testimoniato anche dalle splendide immagini del grande fotografo americano Slim Arons, che immortalò personaggi e luoghi, foto esposte all’interno del locale. La dolce vita torna a nuova vita.
Oggi, terminati i lavori di ristrutturazione del locale – durati oltre sei mesi – il Bar rappresenta l’evoluzione moderna e più lussuosa del concept yacht di prestigio, già voluto dal precedente proprietario Roberto Properzio, che peraltro rimarrà nell’organizzazione del locale a testimonianza e garanzia di questa evoluzione.