Artemia in festa nel palazzo vescovile di Prato

Premio letterario Raccontami una storia

Arriva l’annuale Festa di ArteMia: domenica 12 gennaio, dalle 15.00 alle 18.00, nel salone di Palazzo Vescovile. Ormai è una tradizione: con l’inizio del nuovo anno arriva anche la Festa di ArteMìa. L’appuntamento è nato come occasione per rivedersi dopo le feste, farsi gli auguri e stare un po’ insieme e a questo, con il tempo, si è aggiunta l’occasione di rinnovare la tessera socio e conoscere tutte le novità in programma per il nuovo anno.

Nelle ultime edizioni, poi, le ragazze di ArteMia si sono divertite a dare alla festa un tema che fosse anche quello delle visite ‘inedite’, cioè le nuove visite dell’anno in corso che si aggiungono alle visite classiche, sempre in calendario.
Il tema della festa ArteMìa del 2019 è stato ‘Passe-Partout’, vale a dire la chiave che apre tutte le porte, libera dagli ostacoli e spalanca nuovi orizzonti, ma anche la striscia di carta che raccorda la cornice con il dipinto, l’anello di congiunzione tra il mondo e l’arte. Per il 2019, il passe-partout è servito per aprire le porte di luoghi legati alle grandi famiglie nobili del territorio e di musei, dando così alcuni dei fili che uniscono il mondo di tutti i giorni alla bellezza di cui è fatto.
Per il 2020 il tema è ‘Passe-Partout | seconda edizione’, in quanto – oltre a confermare i propositi dichiarati per il 2019 – si aggiunge un passe-partout che apra le porte di alcuni palazzi privati del centro storico di Prato! Se si menzionasse palazzo Orlandi, o palazzo Mazzoni, cosa verrebbe in mente? Molto probabilmente niente. Non perché questi palazzi non siano degni di nota o di attenzione, bensì perché sono ancora oggi abitazioni di privati cittadini e perciò, a meno che non si conoscano i proprietari, inaccessibili. Le ragazze di ArteMia hanno avuto la fortuna ed il piacere di conoscere i proprietari di alcuni dei palazzi più belli di Prato e grazie alla loro gentilezza e disponibilità sarà possibile visitarli.
Durante la festa ArteMìa, quindi, sarà possibile farsi socio dell’Associazione – dato che molte delle visite sono aperte a tutti, soci e non, ma molte altre sono invece riservate ai soci ArteMìa – conoscere, in anteprima, il programma completo di visite per il 2020 – novità comprese – prenotarsi alle visite in programma – ti suggeriamo di farlo soprattutto per le visite ai palazzi privati che andranno a ruba! – ed infine conoscere un luogo bello e pieno di storia come il palazzo vescovile perché la festa avrà luogo nel salone del palazzo.