Barboncino segregato in casa senza cibo e fra gli escrementi a Pistoia

Premio letterario Raccontami una storia

Salvato dalla polizia un barboncino bianco, trovato denutrito e maleodorante all’interno di un’abitazione di Pistoia. Denunciata per maltrattamento di animale la proprietaria del cane, una ragazza italiana di 27 anni.

Alla giovane donna è costato caro un litigio in famiglia che ha però permesso agli agenti di polizia di prendersi cura del cane e di affidarlo in via temporanea all’Ente nazionale protezione animali.

Giunti nell’abitazione della ragazza, in seguito a una lite in famiglia, i poliziotti hanno trovato una situazione tranquilla. Tutto risolto, tranne un particolare. All’interno dell’abitazione, gli agenti hanno subito sentito un odore terribile e, da sotto una porta di una delle stanze, hanno visto uscire dell’urina. Sono entrati e hanno trovato il barboncino tremante, senza ciotole di acqua e cibo, ma in compagnia dei suoi scrementi.

I poliziotti hanno sequestrato il cane, affidandolo appunto all’Enpa, il cui veterinario di fiducia ha accertato le cattive condizioni di salute dell’animale.