Carabinieri

Ha maltrattato la moglie e non poteva più mettere piede in casa. Condannato a 2 anni e mezzo, da scontare agli arresti domiciliari, si è trovato senza dimora e i carabinieri lo hanno portato in carcere.

È successo a Firenze. L’uomo, un albanese, era stato riconosciuto colpevole, alla fine del 2016, di maltrattamenti in famiglia e lesione nei confronti della moglie. Allontanato dall’abitazione di famiglia, non è riuscito a trovare un’altra sistemazione dove finire di scontare la pena. Di fatto senza fissa dimora, è stato così arrestato dai militari che hanno appurato come la mancanza di una stabile dimora rendeva ormai impossibile l’applicazione della misura dei domiciliari. La Corte d’appello di Firenze, da parte sua, ha ritenuto che le misure già prese non fossero in grado di tutelare la moglie dell’uomo.