Il 28 dicembre 1065 viene consacrata a Londra l’abbazia di Westminster, il più importante luogo di culto cristiano di Londra dopo la cattedrale di San Paolo, sede delle incoronazioni dei sovrani d’Inghilterra e di sepoltura di personaggi anglicani di rilievo.

Re Edoardo il Confessore, fondatore dell’abbazia di Westminster, raffigurato nell’Arazzo di Bayeux

L’Abbazia di Westminster fu costruita tra il 1045 e il 1050 da Edoardo il Confessore che ne intraprese la costruzione per mantenere fede a un voto che aveva fatto mentre si trovava ancora in esilio in Normandia: Se la sua famiglia avesse riavuto il trono d’Inghilterra, egli avrebbe compiuto un pellegrinaggio a Roma.

Quando diventò re, gli fu impossibile lasciare il paese per compiere il pellegrinaggio, mandò allora un messaggero al pontefice chiedendo di essere dispensato dal voto, il papa sostituì il voto nell’impegno a costruire un monastero dedicato a san Pietro. Edoardo individuò un sito dove prima esisteva il culto a San Pietro, a Thorney Island sul Tamigi. Si trattava del luogo dove nel 616 era stato costruito un piccolo santuario dopo che un pescatore aveva avuto una visione di San Pietro. Da allora ogni anno, il 29 giugno i pescatori del Tamigi portano in dono a san Pietro un salmone, che viene ricevuto dall’abate di Westminster.

Nel 1045, re Edoardo aggiunse inoltre una grande donazione di terreni attorno e iniziò la costruzione di una grandiosa chiesa in stile romanico che fu consacrata il 28 dicembre del 1065. Nella chiesa abbaziale, dal 1066, iniziando con Aroldo II d’Inghilterra cognato di Edoardo il Confessore, si sono svolte tutte le incoronazioni dei reali, tranne Edoardo V ed Edoardo VIII, e dove sono sepolti gran parte dei sovrani fino al 1760

L’abbazia di Westminster all’epoca del funerale di Edoardo, raffigurato nell’Arazzo di Bayeux datato intorno al 1070

Nel 1245 l’abbazia fu ricostruita in stile gotico. Nel 1376 la navata fu completamente rifatta dall’architetto Henri Yevele, che curò anche la costruzione della Torre di Londra e del Palazzo di Westminster.

Fra il 1503 e il 1519, durante i regni di Enrico VII e di Enrico VIII, venne costruita la Lady Chapel, chiamata oggi cappella Enrico VII. Il Rinascimento influenzò la costruzione di questa parte dell’abbazia e vi lavorarono artisti italiani, come lo scultore Pietro Torrigiano.

Di recente, nell’abbazia si sono svolti vari eventi famosi. Il 6 settembre 1997 si tennero nell’abbazia i funerali della principessa del Galles Diana. Il 9 aprile 2002 fu la volta dei funerali della regina madre Elizabeth Bowes Lyon, moglie di re Giorgio VI e madre della regina Elisabetta II. Invece il 29 aprile 2011 nell’abbazia venne celebrato il matrimonio del principe William con Catherine Middleton.

immagine d’apertura: l’abbazia di Westminster oggi

Bibliografia e fonti varie

  • Bradley, S. and N. Pevsner (2003) The Buildings of England – London 6: Westminster, New Haven: Yale University Press, pp. 105–207. ISBN 0-300-09595-3
  • Mortimer, Richard, ed., Edward the Confessor: The Man and the Legend, The Boydell Press, 2009. Eric Fernie, ‘Edward the Confessor’s Westminster Abbey’, pp. 139–150. Warwick Rodwell, ‘New Glimpses of Edward the Confessor’s Abbey at Westminster’, pp. 151–167. Richard Gem, Craftsmen and Administrators in the Building of the Confessor’s Abbey’, pp. 168–172. ISBN 978-1-84383-436-6
  • Harvey, B. (1993) Living and Dying in England 1100–1540: The Monastic Experience, Ford Lecture series, Oxford: Clarendon Press. ISBN 0-19-820161-3
  • Morton, H. V. [1951] (1988) In Search of London, London: Methuen. ISBN 0-413-18470-6
  • Trowles, T. (2008) Treasures of Westminster Abbey, London: Scala. ISBN 978-1-85759-454-6
  • Brooke-Hunt, Violet (1902). The Story of Westminster Abbey. London: James Nisbet.
  • Rackham, R. B. (March 1909). “The Nave of Westminster”Proceedings of the British Academy, 1909–19104: 33–95.
  • Westminster Abbey 900 Years: The Commemorative Book. Dean and Chapter of Westminster. 1965; 49 pages