Volanti della polizia in via dell’Alberaccio a Prato, per segnalazione di accoltellamento in strada di un orientale ad opera di un suo connazionale. Rapidamente sul posto gli agenti riuscivano a fermare e bloccare l’autore della vicenda, ancora nella disponibilità del coltello utilizzato nell’aggressione, identificandolo per un trentottenne cinese, regolarmente soggiornante ed incensurato, il quale non opponeva resistenza agli operatori di polizia.
La polizia faceva intervenire sul posto anche personale sanitario del 118, che trasportava il ferito, un trentaseienne cinese pure lui regolare, in ospedale, dove veniva immediatamente sottoposto ad intervento chirurgico per una profonda ferita patita alla regione del collo, venendo poi dichiarato dai sanitari in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita.

La ricostruzione della vicenda permetteva di appurare che il trentottenne aveva aggredito in strada il trentaseienne per motivi passionali legati ad una presunta relazione extraconiugale. Sequestrato il coltello e condotto l’aggressore in Questura, il trentottenne veniva pertanto tratto in arresto per il reato di tentato omicidio, quindi tradotto presso la locale Casa Circondariale, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente, in attesa del rito direttissimo.