Al 14 maggio sono 332 i decessi tra pazienti Sars-CoV-2 positivi con meno di 50 anni, su un totale di 29.692 (1,1%) casi analizzati nell’ultimo report dell’Istituto superiore di sanità, appena pubblicato. In particolare, 74 vittime avevano meno di 40 anni (49 uomini e 25 donne tra 0 e 39 anni).
Di 9 pazienti con meno di 40 anni non sono disponibili informazioni cliniche, «gli altri 53 presentavano gravi patologie preesistenti (patologie cardiovascolari, renali, psichiatriche, diabete, obesità), e 12 non avevano diagnosticate patologie di rilievo». 

Inoltre l’età media dei deceduti positivi a Sars-CoV-2 è 80 anni, e le donne sono 11.814 (39,8%). «L’età media dei pazienti deceduti positivi è più alta di quasi 20 anni rispetto a quella dei pazienti che hanno contratto l’infezione – rileva il report – Inoltre le donne morte dopo aver contratto infezione da Sars-CoV-2 hanno un’età più alta rispetto agli uomini (donne 85 anni – uomini 79)».