Anche gli animali domestici subiscono le conseguenze del coronavirus. È quello che è successo ad un bel levriero, il cui padrone, risultato positivo al Covid-19 ed in isolamento domicilare a Montemurlo, in Toscana, si è trovato confinato tra le mura di casa. A venire in suo soccorso hanno però pensato i volontari del servizio Ti aiutiamo, attivato dal sistema di protezione civile comunale con alcune associazioni.

I volontari, oltre a consegnare a domicilio la spesa alimentare e di farmaci all’uomo in isolamento, si occuperanno anche di dare da mangiare al cane e a portarlo fuori per i bisogni quotidiani. Il servizio ha già contattato un negozio per animali di Montemurlo che fornirà gli alimenti e alcuni volontari di un’associazione animalista locale, porteranno quotidianamente a passeggio il cane. I volontari sono stati appositamente formati e non avranno alcun contatto con la persona positiva. L’animale sarà fatto trovare fuori dall’abitazione da dove sarà prelevato e poi riconsegnato.
«In questo momento di emergenza dobbiamo ogni giorno rispondere a bisogni nuovi e talvolta inaspettati – spiega il sindaco di Montemurlo Simone Calamai – La persona positiva e in isolamento naturalmente non può allontanarsi dal suo domicilio per far fare i bisogni al cane e di conseguenza ci siamo mossi noi, attraverso il servizio Ti aiutiamo. I volontari anche in questa occasione sono stati generosi e disponibili e in poco tempo abbiamo risolto il problema».

Pubblicità

Per attivare il servizio Ti aiutiamo, ricordano dal Comune di Montemurlo, basta telefonare al numero di riferimento del Centro Operativo Comunale (C.O.C.) 0574.558446 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 12.