Centodieci nuovi positivi al coronavirus in Toscana, segnalati nelle ultime ventiquattro ore – 61 identificati in corso di tracciamento per sospetto diagnostico, altri 49 da attività di screening –  e decesso di un anziano, un uomo di 88 anni in provincia di Massa Carrara.

Solo in 108 sono però ricoverati in ospedale nei reparti Covid, tre in meno in rispetto a ieri (meno 2,7 per cento): ventiquattro di questi si trovano in terapia intensiva (stabili). Gli altri sono in quarantena a casa, poiché presentano sintomi lievi o sono addirittura asintomatici.  I nuovi casi segnano un +0,8 per cento rispetto a ieri, i guariti crescono nell’ultimo giorno dello 0,4.

L’età media dei 110 casi odierni – 56 Asl Centro, 35 Nord Ovest e 18 Sud Est – è di 42 anni circa (il 15% ha meno di 20 anni, il 28% tra 20 e 39 anni, il 38% tra 40 e 59 anni, il 15% tra 60 e 79 anni, il 4% ha 80 anni o più) e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 65% è risultato asintomatico e il 20% pauci-sintomatico. Quattro casi sono ricollegabili a rientri dall’estero. Il 41% della casistica è un contatto collegato a un precedente caso.

In base alla provincia di residenza o domicilio da febbraio ad oggi sono 4.210 i casi complessivamente segnalati a Firenze (42 in più rispetto a ieri), 855 a Prato (9 in più), 1.009 a Pistoia (5 in più), 1.519 a Massa (12 in più), 1.788 a Lucca (4 in più), 1.492 a Pisa (14 in più), 709 a Livorno (5 in più), 1.136 ad Arezzo (10 in più), 606 a Siena (4 in più), 595 a Grosseto (5 in più). Sono 546 i casi positivi notificati in Toscana di residenti in altre regioni.