Una 500 Abarth truccata sequestrata dalla polizia stradale a Prato
Sotto il cofano di un auto truccata sequestrata dalla polizia stradale a Prato

Piccoli bolidi, truccati, velocissimi e dal rumore assordante, tanto da indurre diverse persone a chiamare la polizia stradale. Polizia che è intervenuta e che ha sequestrato ben 7 automobili truccate, trasformate in veicoli da gara per scorazzare come schegge impazzite per le vie di Prato. Le 500 Abarth e le altre vetture trasformate in maniera illecità potranno tornare a circolare soltanto una volta reinstallati i pezzi originali e sottoposte all’esame della motorizzazione.

I poliziotti hanno lavorato a lungo, nei giorni scorsi, per scovare le auto sulle quali erano state apportate modifiche per aumentarne potenza e velocità. Queste super car, rimodellate anche nella carrozzeria e con adattamenti tecnici e marmitte non omologate e tali da produrre un boato assordante, presentavano anche la rimappatura del dispositivo che gestisce elettronicamente le prestazioni, con l’installazione di una centralina elettronica aggiuntiva, del tipo di quelle utilizzate nei circuiti di gara, capace di aumentare anche del 30 % la potenza.

I controlli, effettuati per le vie cittadine, hanno permesso di individuare e fermare 7 autovetture con dispositivi manomessi, condotte per lo più da giovani, ai quali è stata contestata una violazione amministrativa da 431 a 1.734 euro , oltre al ritiro della carta di circolazione. Giovani, che per potersi mettere nuovamente alla guida, dovranno sottoporre la macchina a visita di revisione straordinaria alla motorizzazione, ma solo dopo aver reinstallato i pezzi originali.

Manomettere l’auto per conto proprio o con l’aiuto di un meccanico è una pratica illegale, ricorda la polizia stradale, che determina l’alterazione dei parametri di omologazione, non garantendo più, tra le altre cose, la sicurezza del veicolo e il rispetto degli standard europei sulle emissioni inquinanti.