Covid-19, 68 casi totali da focolaio San Raffaele di Roma

«Oggi registriamo un dato di 18 casi positivi, di cui 13 riferibili al focolaio dell’Irccs San Raffaele Pisana di Roma e di questi 8 provenienti dalla Asl di Rieti dove sono iniziate le attività per testare tutti i contatti. Nel Lazio i decessi sono stati 4, mentre continuano a crescere i guariti che sono stati 18 nelle ultime 24 ore e complessivamente raggiungono le 4.533 unità». Lo sottolinea l’assessore alla Sanità e all’integrazione sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato, in una nota, al termine dell’odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl, aziende ospedaliere, policlinici universitari e ospedale pediatrico Bambino Gesù. 

Il focolaio dell’Irccs San Raffaele Pisana «raggiunge un totale di 68 casi positivi – evidenzia l’assessore – Sono stati effettuati ad oggi, per fini di sanità pubblica, per questo cluster 2.332 tamponi e stimiamo oltre 5mila tra tamponi e test – aggiunge D’Amato – Oggi sono stati effettuati i secondi test sugli operatori e i pazienti nella struttura».  

Positivo anche un infermiere dell’Umberto I collegato a focolaio. «I dati della nostra Regione sono inevitabilmente caratterizzati dai numeri di questo focolaio che dimostra come non si debba abbassare la guardia e soprattutto devono essere rispettate, senza nessuna deroga, tutte le disposizioni impartite per limitare la diffusione del virus – conclude D’Amato – Senza un intervento tempestivo assunto immediatamente per la tutela della salute pubblica, i danni di questo focolaio sarebbero stati più rilevanti». (AdnKronos)