Locomotiva

Due treni soppressi in mancanza di sicurezza

Premio letterario Raccontami una storia

Due treni soppressi in Toscana, su un totale di 15 convogli in tutta Italia, a partire dal 26 giugno. Lo hanno stabilito i responsabili del Gruppo Fs e i sindacati che, nelle ultime ore, hanno affrontato il nodo sicurezza. Se le forze dell’ordine non saranno a bordo, due in Toscana e 13 in altre regioni saranno soppressi.
L’episodio più grave, quello che negli ultimi giorni ha portato all’amputazione di un braccio a un membro nel personale di bordo a Milano, è del resto la punta estrema di ripetute aggressioni, non solo verbali.
Sono 7 le regioni a rischio, da nord a sud, tra le quali la Toscana.
I treni soppressi in quest’ultima regione potrebbero essere, salvo l’intervento diretto di polizia e carabinieri a bordo, due convogli della mattina: il 6637 (Firenze-Arezzo) e il 23351 (Firenze-Viareggio). La decisione, drastica, e presa e negli effetti pratici scatterà, in assenza di risposte, tra poco più di una settimana.