Estra, bilancio 2014: buoni risultati e investimenti

Premio letterario Raccontami una storia

La multiutility Estra ha chiuso l’esercizio 2014 con un utile consolidato netto di 10,2 milioni di euro, raddoppiando quello del 2013 (5 milioni di euro), con ricavi totali per 745,6 milioni di euro, in crescita del 5% rispetto al 2013 (708,3 milioni). In netto miglioramento anche l’EBIT a 34,7 milioni (erano 26 nel 2013), mentre è sostanzialmente stabile il margine operativo lordo (58,2 milioni nel 2014, 59,4 nel 2013). Sono questi in sintesi i principali risultati consolidati nell’ultimo Bilancio del Gruppo attivo principalmente nel settore della distribuzione, vendita e trading del gas naturale, e vendita di energia elettrica. Positivo anche l’andamento del settore TLC con particolare riferimento ai servizi in banda ultra larga.

In crescita il patrimonio netto che passa da 241,1 a 245,2 milioni di euro.

Estra ha commercializzato 883 milioni di metri cubi di gas naturale (917 nel 2013) attraverso la propria rete di oltre 6.000 km, ne ha distribuiti 755,5 milioni (788,5 nel 2013). Per quanto riguarda l’energia elettrica le vendite 2014 hanno raggiunto quota 514 Gwh (465 Gwh nel 2013). Salgono a 449.000 (rispetto ai 444.000 del 2013) i clienti di gas ed energia elettrica.

«L’esercizio appena concluso – ha detto il presidente Roberto Banchetti – ha fatto registrare un andamento complessivo molto positivo, nonostante alcune condizioni esogene non particolarmente favorevoli, quali la diminuzione delle tariffe di distribuzione, un inverno molto mite e un’attività produttiva nazionale che ancora non è uscita dalla crisi. I risultati raggiunti ci permettono di consolidare gli asset sui quali stiamo costruendo la nostra crescita e ci consentono di remunerare i nostri soci. La crescita dell’utile e dei ricavi totali, anche a fronte di una diminuzione dei metri cubi commercializzati, dimostrano la capacità di Estra di affrontare condizioni esterne sfavorevoli operando sull’efficientamento aziendale migliorando anche la qualità dei servizi offerti».

Con questi obiettivi, malgrado il quadro generale, nel 2014, gli investimenti sono cresciuti raggiungendo quota 23 milioni di euro (che si aggiungono ai 18,3 milioni del 2013). Tali risorse sono state indirizzate in particolare al servizio della distribuzione del gas naturale, all’innovazione tecnologica ed a progetti di miglioramento.