La procura di Prato ha chiesto la condanna a 7 anni di reclusione per la donna di 32 anni che nell’agosto del 2018 ebbe un figlio da un ragazzo di 14 anni al quale impartiva lezioni d’inglese. L’accusa ha inoltre chiesto 2 anni per il marito della giovane che si era assunto la paternità del figlio.

La donna è accusata di violenza sessuale, abusi e atti sessuali su minore e venne arrestata nel marzo scorso, posta ai domiciliari, in seguito alla denuncia della famiglia del ragazzo e alle successive indagini coordinate dalla procura di Prato.

I due coniugi hanno preso parte all’udienza di stamattina in tribunale, aggiornata per il pomeriggio per l’arringa dell’avvocato difensiore. La sentenza è attesa nei prossimi giorni.