Firenze si ribella alle morti nel Mediterraneo

Premio letterario Raccontami una storia

È da Firenze, su iniziativa della Comunità delle Piagge e diversi compagni di strada, un secco no alle morti, troppe, nel Mediterraneo. Presentata questa mattina in conferenza stampa, insieme a un documento che alleghiamo, l’iniziativa è di carattere forte. Manifestazione, certo, e lucida, beninteso, determinazione. Appuntamento domani, giovedì, dalle 17 alle 19.
In una nota, la Comunità riassume senso, modi e caratteristiche di questo no, per altro plurale, alle morti nel Mediterraneo.

«Piazza della Repubblica a Firenze sarà il luogo in cui si terrà, giovedì 4 giugno dalle 17 alle 19, la manifestazione “Basta morti nel Mediterraneo!” promossa dalla Comunità delle Piagge, dal Comitato 1° Marzo, da Fuori Binario e dalla Rete Antirazzista e a cui hanno aderito altre trenta organizzazioni impegnate per la tutela dei diritti della persona in città e non solo», si legge.
«Le richieste alle istituzioni nazionali ed europee sono quattro e ben definite: apertura immediata di Corridoi umanitari stabili e ben organizzati; abolizione dell’assurdo obbligo che impone ai migranti di presentare richiesta d’asilo nel primo paese di arrivo, senza consentire libertà di circolazione e di ricerca di lavoro in Europa; organizzazione di strutture di accoglienza a dimensione umana; contrasto agli atti di razzismo contro la presenza, l’agibilità, l’inclusione con pienezza di diritti nella società dei migranti e delle loro famiglie, valorizzando altresì l’incontro di culture e di umanità, oltre ogni frontiera e barriera discriminatoria», prosegue la nota di presentazione.

COME SI SVOLGE LA MANIFESTAZIONE
La manifestazione di Piazza della Repubblica si articolerà in due momenti. A partire dalle 17 e fino alle 18 ci saranno letture, testimonianze e musica con i Fratelli Rossi e Marco Chiavistrelli; dalle 18 alle 19 è stata organizzata un’azione di denuncia per ricordare le 26.000 vittime del Mediterraneo.
L’azione prevede che i partecipanti si sdraino in terrà durante la lettura dei morti degli ultimi 10 anni. I partecipanti, la manifestazione è aperta a tutti, dovranno avere una maglietta bianca sulla quale sarà appuntato il simbolo della Campagna: una mano nera per dire stop alla tragedia. Al termine della lettura, saranno tracciate sull’asfalto col gessetto bianco le sagome di alcuni corpi che resteranno a memoria anche a manifestazione finita. Sarà attivo durante la manifestazione anche un banco informativo per la raccolta di adesioni per le future iniziative. La Campagna intende promuovere infatti iniziative volte a esercitare tutta la pressione possibile su governi e istituzioni per l’apertura dei corridoi umanitari e per la messa in opera di provvedimenti concreti e responsabili nei confronti di un fenomeno storico inarginabile, a cui occorre dare risposte vere, certe, umane.

INFORMAZIONI
Comunità delle Piagge: 055.373737, Caterina 320.0138762, Didier 333.6532856, ilmuretto@libero.it
Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/bastamortinelmediterraneo/
Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/292038174253300/

I PROMOTORI
La Campagna Basta morti nel Mediterraneo! è promossa da Comunità delle Piagge, Comitato 1° Marzo, Fuori Binario, Rete Antirazzista; ad oggi hanno aderito: Amalipe Romano, Assoc. Amicizia Italo-Palestinese, Assoc. Straniamenti, Associazione El-mastaba, AssopacePalestina, CAT coop. soc ONLUS, Firenze, C.E.P. Centro Educativo Popolare, Comitato Fiorentino Fermiamo la Guerra, Comitato per la difesa della Costituzione, Comitato StopTTIP, Comunità dell’Isolotto, Contigo Peru, Emergency, Giuristi Democratici, Istituto Ernesto De Martino, l’Altracittà – giornale della periferia, Laboratorio per la laicità, Le Mafalde, Libere Tutte – Firenze, Macramé, Missionari Comboniani, Avanti Emerson, Palazzuolo Strada Aperta, Pantagruel, perUnaltracittà laboratorio politico, Radio Cora, Rete Arcobaleno, Una città in comune, Unite in Rete – Firenze

Morti Nel Mediterraneo