Il 22 maggio 1906 i fratelli Wilbur Wright(1867-1912) e Orville Wright(1871-1948), ottengono, tramite il legale specializzato in procedure di brevetto Harry A. Toulmin, un brevetto per una “macchina volante“. Il brevetto si riferiva a un velivolo senza motore, sostanzialmente l’aliante del 1902; la sua importanza fondamentale però era legata alla protezione della proprietà intellettuale del sistema di controllo del volo, applicabile indifferentemente a velivoli con o senza motore. La principale innovazione di cui i fratelli Wright erano stati responsabili era in effetti l’invenzione di un sistema efficiente per controllare i movimenti dell’aeroplano in volo su tutti e tre gli assi.


Il primo volo del Flyer, ai comandi di Orville, il 17 dicembre 1903

I due fratelli, celebri ingegneri e inventori statunitensi, sono in generale considerati i primi ad aver fatto volare con successo una macchina motorizzata “più pesante dell’aria” con un pilota a bordo, essendo riusciti a far alzare dal suolo il loro Flyer per quattro volte, in modo duraturo e sostanzialmente controllato, il 17 dicembre 1903, sebbene su tale primato vi siano tutt’oggi delle controversie.

I fratelli erano figli di un pastore evangelista, Milton Wright, e di Susan Catherine Koerner, entrambi i genitori erano istruiti e incoraggiavano costantemente i ragazzi a coltivare tutti i loro interessi intellettuali: la casa dei Wright a Dayton, Ohio aveva due biblioteche, una dedicata a testi di carattere teologico e l’altra fornita di una scelta ampia e varia di volumi su argomenti diversi. Susan Wright, in particolare, era appassionata di questioni tecniche ed era forte di una considerevole esperienza nel campo delle costruzioni meccaniche, maturata grazie al lavoro di suo padre, che era stato un costruttore di carri e un esperto artigiano del legno e del metallo; pertanto, oltre ad alimentare la curiosità dei suoi figli, ella insegnò loro anche a costruire piccoli oggetti di ogni tipo. Pur avendo entrambi frequentato la scuola secondaria, né Orville né Wilbur si erano diplomati, tuttavia erano stati entrambi studenti brillanti al liceo ed erano creativi e pieni di fiducia in sé stessi. Gestirono una propria stamperia per alcuni anni finchè nel 1892 cambiarono attività e aprirono un negozio di biciclette. Il lavoro con le biciclette migliorò le competenze dei fratelli Wright a proposito di costruzioni meccaniche e inoltre mise a loro disposizione i fondi e le attrezzature di cui avevano bisogno per alimentare il loro crescente interesse verso l’aviazione. Influenzati dal lavoro di studiosi e sperimentatori come George Cayley, Alphonse Pénaud e Francis Herbert Wenham, oltre che dagli stessi Chanute, Otto Lilienthal, e Langley, i fratelli Wright iniziarono ad approfondire i loro studi sull’aviazione e, dal 1900, cominciarono a intraprendere sperimentazioni pratiche con alcuni alianti. Infine, il 17 Dicembre 1913, i due fratelli fecero volare il loro Flyer(aviatore), il primo aeroplano (macchina volante motorizzata più pesante dell’aria) ad aver eseguito un volo controllato, sostenuto e prolungato con un pilota a bordo.

Negli anni successivi, i fratelli si occuparono di ottenere il brevetto per la loro invenzione e iniziare a venderla, fondando la Wright Company il 22 novembre 1909 per vendere aeroplani. Nessuno dei due fratelli si sposò mai. Una volta, Wilbur disse: «Non ho abbastanza tempo per una moglie e un aeroplano»