8.3 C
Firenze
02/02/2022
spot_img

Il funerale della regina Vittoria

Il 2 febbraio 1901 si tiene il funerale di Vittoria, regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda e imperatrice d’India.

Nel 1897, Victoria aveva scritto le istruzioni per il suo funerale, che doveva essere militare come si addiceva alla figlia di un soldato e capo dell’esercito, e bianco invece che nero. Il 25 gennaio, il suo corpo fu posto nella bara dai suoi figli Edoardo VII e dal principe Artù, duca di Connaught, e da suo nipote l’imperatore tedesco Guglielmo II. Era vestita con un abito bianco e il suo velo da sposa. Una serie di ricordi per commemorare la sua famiglia allargata, amici e servi furono posti nella bara con lei su sua richiesta dal suo medico e dai suoi fedeli. Una vestaglia che era appartenuta a suo marito Albert, morto 40 anni prima, fu posta accanto a lei, insieme a un calco in gesso della sua mano, mentre una ciocca dei capelli di John Brown, insieme a una sua foto, fu posta in la mano sinistra nascosta alla vista della famiglia da un mazzo di fiori accuratamente sistemato. I gioielli collocati su Victoria includevano l’anello nuziale della madre di John Brown, donatole da Brown nel 1883. Il suo funerale si è quindi tenuto sabato 2 febbraio, nella Cappella di San Giorgio, nel Castello di Windsor, e dopo due giorni trascorsi nello stato, fu sepolta accanto al principe Albert nel Royal Frogmore Mausoleum a Windsor Great Park.


Il funerale di stato della regina Vittoria ebbe luogo nel febbraio 1901; Erano passati 64 anni dall’ultima sepoltura di un monarca. Victoria aveva lasciato istruzioni rigorose riguardo al servizio e alle cerimonie associate e ha istituito una serie di modifiche, molte delle quali hanno poi costituito un precedente per i funerali di stato che hanno avuto luogo da allora. In primo luogo, non le piaceva la preponderanza del nero funebre; da allora in poi non ci sarebbero stati mantelli, tende o baldacchini neri e lei Victoria ha richiesto un panno bianco per la sua bara. In secondo luogo, ha espresso il desiderio di essere sepolta come “figlia di un soldato“. Il corteo, quindi, divenne molto più un corteo militare, con i pari, i consiglieri privati ​​e la magistratura che non partecipavano più in massa. I suoi portatori erano cavalieri piuttosto che duchi (come era usanza in precedenza), e per la prima volta fu impiegato un affusto per trasportare la bara del monarca. Essendo Vittoria morta a Osborne House sull’Isola di Wight, il suo corpo fu trasportato in nave e in treno alla stazione. di Waterloo, poi con armi da fuoco. in carrozza fino alla stazione di Paddington e poi in treno fino a Windsor per il servizio funebre stesso.

La rara vista di un corteo funebre di stato che viaggiava in nave offriva uno spettacolo sorprendente: il corpo di Victoria fu trasportato a bordo di HMY Alberta da Cowes a Gosport, con una suite di yacht che seguivano il trasporto del nuovo re, Edoardo VII, e altri in lutto. Minuti cannoni furono sparati dalla flotta riunita al passaggio dello yacht. Il corpo di Victoria è rimasto a bordo della nave durante la notte prima di essere trasportato in carrozza blindata alla stazione ferroviaria il giorno successivo per il viaggio in treno a Londra. Victoria ha rotto le convenzioni avendo una bara drappeggiata di bianco.

I figli di Vittoria avevano sposato le grandi famiglie reali d’Europa e numerosi monarchi stranieri erano presenti tra cui il Kaiser Guglielmo di Germania e l’erede al trono austro-ungarico Arciduca Francesco Ferdinando.

Immagine d’apertura: corteo funebre della regina Vittoria

Bibliografia e fonti varie