Gio 2 feb Un nuovo debutto con l’ORT: sul podio la cosmopolita Tianyi Lu, solista l’astro nascente del concertismo, il violoncellista Kian Soltani

Giovedì 2 febbraio alle ore 21:00 al Teatro Verdi un programma ricercato in cui una pagina di un’obliata autrice svedese Elfrida Andrée introduce il “Concerto per violoncello” di Schumann e la “Settima” di Beethoven. Replica a Empoli il 3 febbraio.

A soli 33 anni Tianyi Lu ha affermato la sua bacchetta in più continenti, nata in Cina, emigrata in Nuova Zelanda con i genitori, ha studiato in Australia e oggi vive in Olanda.
Che il posto giusto per lei era il podio, l’ha capito presto, e gliel’ha confermato la lettura di un libro consigliatole dal suo maestro di direzione in Australia: si tratta dell’Arte del possibile di Benjamin Zander, attuale direttore musicale della Boston Philharmonic. Da quelle pagine ha tratto la filosofia su cui basa il proprio approccio con le orchestre. Per lei, il potere del direttore consiste non nel trovarsi in una posizione di comando, ma, grazie al ruolo che riveste, nel riuscire a rendere potenti gli altri; il che si raggiunge attraverso l’empatia.
Per adesso pare che questa sua ricetta funzioni, dato che anche l’Europa (dove adesso si è trasferita) l’ha accolta a braccia aperte. In Germania nel 2020 vince il Concorso “Sir Georg Solti” e, a Novara, nel settembre dello stesso anno, la rinnovata edizione, dopo 40 anni di stop, del Concorso “Guido Cantelli”, rassegna che in passato ha laureato nomi come Riccardo Muti, Eliahu Inbal, Hubert Soudant, Donato Renzetti e altri. Da lì la nomina di direttore in residence alla Stavanger Symphony Orchestra in Norvegia, di “Female Conductor in Residence” alla Welsh National Opera e di direttore principale della St.Woolos Sinfonia nel Regno Unito, e fino al 2019 il ruolo di direttore assistente alla Melbourne Symphony Orchestra.

Per il debutto con l’ORT porta all’attenzione degli ascoltatori italiani una pagina per archi di un’obliata autrice svedese, Elfrida Andrée (1841-1929), musicista ma anche attivista per i diritti delle donne. Organista, compositrice, direttrice di coro e d’orchestra, a questa compositrice si deve l’ammissione anche delle donne all’Accademia Reale di Musica di Stoccolma, dove lei dovette diplomarsi da privatista, non essendo allora possibile per una donna iscriversi a tale Accademia, per questo scatenò una polemica. Nel 1867 divenne la prima donna in Europa titolare dell’organo di una cattedrale, quella di Göteborg.
Tianyi Lu dirige poi la Settima Sinfonia di Beethoven, opera titanica della maturità del compositore, da Wagner definita “apoteosi della danza” per la fervida pulsazione ritmica che la percorre ininterrottamente, con essa il compositore conobbe uno dei più grandi trionfi della sua carriera. Nel cuore del programma il Concerto per violoncello di Schumann, un’opera della crisi, crisi non soltanto di un compositore che sta progressivamente smarrendo la ragione, ma di un’intera epoca. Ne è il solista (insieme al suo Stradivari appartenuto a Luigi Boccherini) un astro nascente del concertismo, il persiano-austriaco Kian Soltani, artista della scuderia discografica Deutsche Grammophon, con cui ha già all’attivo ben 8 dischi registrati e incisi dal 2018 al 2021: ultimo è il suo omaggio al cinema, sua grande passione, con Cello Unlimited. Oggi trentenne, ha attirato l’attenzione di tutto il mondo nel 2011, a 19 anni, con il debutto al Musikverein di Vienna e nel 2013 con la vittoria al Concorso Internazionale Paulo di Helsinki. Nel 2017 si è aggiudicato il rinomato Leonard Bernstein Award e il Credit Suisse Young Artist Award.

Foto al link: https://bit.ly/ORT-TianyiLu-Soltanigiovedì 2 febbraio 2023 ore 21:00 Firenze, Teatro Verdi

venerdì 3 febbraio 2023 ore 21:00 Empoli, Palazzo delle Esposizioni

Stagione Concertistica 2022/23

TIANY LU direttore

KIAN SOLTANI violoncello

Orchestra della Toscana

ANDRÉE Andante quasi recitativo, per archi

SCHUMANN Concerto per violoncello e orchestra op.129

BEETHOVEN Sinfonia n.7 op.92

Firenze Biglietti Intero €17,00 Ridotto €15,00 + €2,00 di prevendita. In vendita alla Biglietteria del Teatro Verdi (tel.055 212320), nei punti vendita del circuito Box Office e Ticketone e online su Ticketone.it
Empoli
Biglietti in vendita presso Libreria Rinascita (Via Cosimo Ridolfi, 53 – Empoli tel. 0571 72746), Bonistalli Musica (Via Fratelli Rosselli, 19 – Empoli tel. 0571 74056) e online su Eventbrite.it