Un progetto ginecologia e un progetto melanoma, che gli specialisti dell’Associazione nazionale tumori (Ant) attueranno nel corso dell’anno a Villa Donatello e nel Mugello, grazie al sostegno del Banco fiorentino.  A questi si aggiungerà un progetto mammella, per il quale la Fondazione Ant raccoglierà fondi nell’area fiorentina per tutto il 2020. 
Le iniziative per Gioca d’anticipo contro il tumore sono state presentate questa mattina in una conferenza stampa in sala Barile nel palazzo del Pegaso, a Firenze.  Testimonial le atlete del Bisonte Volley e i giocatori della Toscana Aeroporti I Medicei.

A Villa Donatello, a Firenze, si svolgeranno 12 sessioni di visite gratuite per il progetto ginecologia, con 72 pazienti che potranno fare una visita ginecologica con ecografia trans vaginale e pap test. Il progetto mammella vedrà invece centoventi cittadine di  età inferiore ai quarantacinque anni impegnate nell’arco di dieci giorni in una visita senologica con ecografia mammaria ed eventuale mammografia se necessario. Per il progetto melanoma’ si svolgeranno a Borgo San Lorenzo durante tre giorni per i residenti nel Mugello novanta visite dermatologiche sempre gratuite. Per maggiori dettagli consultare il sito www.ant.it/toscana , sezione Prevenzione.

«Anche quest’anno, come Consiglio regionale, diamo il giusto supporto e riconoscimento ad una sanità diffusa sul territorio, che riesce, con la prevenzione, ad ottenere risultati concreti contro il male del secolo – ha sottolineato il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani – Tutto questo grazie alla sinergia tra un volontariato intelligente e di estrema competenza, come quello dell’Associazione nazionale tumori, una struttura sanitaria di eccellenza come Villa Donatello ed il sostegno del Banco Fiorentino». 

«L’attenzione alla salute della persona è uno dei pilastri sul qualeVilla Donatello ha costruito la propria storia – ha ricordato Massimo Fibbi, responsabile comunicazione e relazioni esterne della struttura sanitaria – Da quattro anni collaboriamo con Ant e con questa iniziativa vogliamo accompagnare le persone alla prevenzione e le due squadre che ci fanno da testimonial, di cui siamo medical partner, rappresentano un modello positivo per i giovani e possono contribuire ad una maggiore consapevolezza della necessità della prevenzione».

«Il rapporto tra il costo della prevenzione e il costo della cura è stimato non inferiore da uno a dieci. Un euro investito oggi in prevenzione può fare risparmiare dieci euro nelle cure – ha rilevato Simone Martini, delegato Ant di Firenze – Nel corso di questi anni abbiamo realizzato su tutto il territorio nazionale 170 mila screening gratuiti, oltre 20mila in Toscana. Il Censis ci dice che nel nostro paese 12 milioni di persone, un quinto della popolazione, non possono permettersi di fare prevenzione».

«È la banca che deve ringraziare Ant e Villa Donatello, che le permettono di essere al loro fianco in iniziative come queste – ha sottolineato  Gianluca Bresci , responsabile Area mercato del Banco fiorentino – Siamo una banca di credito cooperativo ed è per noi un dovere direi ontologico essere vicini alla comunità. Gli stakeholder, i portatori di interesse, sono i nostri soci, sensibili ai servizi a carattere mutualistico».