Giorni della merla e nuova perturbazione atlantica

Ultimi tre giorni di gennaio, noti come giorni della merla, quasi all’insegna dell’antica tradizione, visto che farà molto freddo ma non come in altri momenti di questo gennaio. Sta in ogni caso arrivando una nuova perturbazione che porterà altra neve oltre a freddo e pioggia.
Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com lo conferma: «nel weekend nuova veloce perturbazione sul’Italia con rovesci, temporali, forte vento e neve su Alpi e Appennino, più colpito il Centrosud. Già venerdì prime precipitazioni».

Giorni della merla con la pioggia

«L’anticiclone non riesce a imporsi ormai da oltre un mese su Mediterraneo e Italia, che rimangono in balia delle perturbazioni ora dall’Atlantico, ora dal Nord Europa – spiega ancora il meteorologo di 3bmeteo.com – Nuove piogge sono così in vista proprio nei cosiddetti Ggiorni della merla, ovvero il 29-30-31 gennaio, che la leggenda popolare vuole siano i più freddi dell’anno. Primo impulso instabile già venerdì quando sono previste precipitazioni anche a carattere di rovescio al Centro, Campania e marginalmente sul Nordest; sulle Alpi di confine nuove nevicate, inizialmente a quote medio-alte, ma successivamente in calo».

Perturbazione veloce ma incisiva in arrivo

«Nel fine settimana saremo interessato dal passaggio di una nuova veloce, ma incisiva, perturbazione atlantica – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com – Sabato piogge e rovesci avanzarenno al Centronord, per poi trasferirsi verso il Sud nella giornata di domenica. Le precipitazioni più intense sono attese sul versante tirrenico, dove non escludiamo anche temporali di forte intensità. La neve cadrà sulle Alpi, specie di confine e orientali, ma soprattutto in sull’Appennino, dapprima solo a quote elevate, ma in successivo calo anche sotto i 1000-1200m su quello centro-settentrionale».

Temperature in calo

Le temperature saranno in calo soprattutto nella giornata di domenica, con clima più freddo, ma con tutta probabilità non si tratterà delle giornate più fredde dell’anno e dunque la tradizione dei giorni della merla quest’anno non verrà rispettata.

Vento forte e mareggiate

«Da segnalare inoltre il vento, che soffierà a tratti forte dapprima di Scirocco e Libeccio, poi di Ponente e Mastrale. Previste raffiche anche di oltre 70-80km/h in particolare su Tirreno, Sardegna e Sicilia, con locali mareggiate sui tratti più esposti e possibili disagi o difficoltà nei collegamenti con le Isole minori», avvertono da 3bmeteo.com.