john wayne in the big trail (1930)
sentieri selvaggi
John Wayne in Sentieri selvaggi (1956)

Marion Robert Morrison, in arte John Wayne, è stato un attore e regista americano, icona del cinema statunitense dalla Hollywood’s Golden Age. Nasce il 26 maggio 1907 a Winterset da Clyde Leonard Morrison e Mary “Molly” Alberta Brown. Trasferitosi con la famiglia nel sud della California ha iniziato a lavorare in piccole parti per la Fox Film Corporation.

La sua carriera inizia negli anni ’20 con i film muti e continua fino alla New Wave americana. Il primo ruolo da protagonista lo ebbe nel 1930 in Western Il grande sentiero, diretto da Raoul Walsh. L’amicizia con John Ford lo portò a lavorare in molti film tra cui Ombre rosse del 1939, la trilogia sulla cavalleria, dal 1948 al 1950 e Sentieri selvaggi del 1956. Il primo film a colori registrato fù Il grande tormento del 1941.

the man who shot liberty valance
John Wayne in L’uomo che uccise Liberety Valance (1962)

Nel 1952 fonda Batjac, una società di produzione con la quale Wayne ha prodotto molti film, tra i più famosi si ricordano I sette assassini, del 1956, diretto da Budd Boetticher, e Il vendicatore dell’Arizona del 1956. Ne I prigionieri del cielo, diretto da William Wellman ha interpretato un eroico copilota, uno dei ruoli più popolari di tutta la sua carriera. Nel 1962 recitò a fianco di James Stewart nel film L’uomo che uccise Liberty Valance, adattamento del racconto di Dorothy M. Johnson pubblicato 13 anni prima sulla rivista Cosmopolitan.

Nel 1968 ha diretto insieme a Ray kellogg I berretti verdi, film a sostegno della guerra del Vietnam. Durante le riprese il popolo degli altopiani del Vietnam, i Degar, gli donò un braccialetto in ottone che l’attore ha poi indossato nel film. Nel 1976 ha interpretato il protagonista JB Books de Il pistolero, diretto da Don Siegel con Lauren Bacall, Ron Howard e James Stewart. Questo è stato l’ultimo ruolo cinematografico di Wayne. Il film ha incassato $ 13.406.138 a livello nazionale dall’uscita nelle sale ed è stato nominato uno dei dieci migliori film dal National Board of Review. Il film è stato nominato anche per un Oscar, un Golden globe, un Writers Guild of America e un premio Bafta.

Il 9 aprile del 1970 Wayne vinse l’Oscar come miglior attore per il film Il grinta diretto da Henry Hathaway nel 1969. La cerimonia di premiazione fu l’ultima occasione per Wayne di apparire in pubblico. Morì l’11 giugno 1979 a causa di un tumore allo stomaco e venne sepolto nel cimitero di Cortona del Mar.

Sulla lapide sono state riportate le sue parole dette durante un'intervista del 1971 rilasciata alla rivista playboy:

“Il domani è la cosa più importante nella vita.

Ci arriva verso mezzanotte pulito pulito.

È perfetto quando arriva e mette se stesso nelle nostre mani.

Esso spera che noi si abbia imparato qualcosa da ieri.”

Martina Marotta

Fonti:

  • “John Wayne”. The Numbers. September 23, 2012
  • “American Film Institute”. October 10, 2018.
  •  Duke, We’re Glad We Knew You: John Wayne’s Friends and Colleagues Remember His Remarkable life   by Herb Fagen
  • “On John Wayne, Cancel Culture, and the Art of Problematic Artists”. Literary Hub. June 21, 2019