giro valdarnocopertina 2000x1125

La galleria delle foto

La presentazione della gara che vedrà la partecipazione di 30 squadre, con i migliori giovani del panorama internazionale, in Consiglio regionale. La partenza alle 13 da piazza Santa Lucia a Incisa Valdarno e l’arrivo dopo 170 chilometri in piazza Marsilio Ficino a Figline

di Emmanuel Milano

Firenze – Sono trenta le squadre che si sfideranno, lunedì 4 settembre, nella corsa alla vittoria della 45esima edizione del Giro del Valdarno, una classica del calendario ciclistico toscano, presentata nel Media Center ‘David Sassoli’ a palazzo del Pegaso. La corsa, aperta alla categoria Élite-Under 23, si svolgerà sul territorio del comune di Figline e Incisa Valdarno con partenza alle 13 da piazza Santa Lucia e si concluderà, come da tradizione, in piazza Marsilio Ficino.

Per il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo questa gara è la dimostrazione di come la Toscana sia “terra di sport e ciclismo”. “Voglio ringraziare la Nuovo Pedale Figlinese per l’organizzazione di una gara che, arrivata alla 45esima edizione, è diventata una grande classica. E un ringraziamento particolare va ai tanti volontari che si impegnano per fare in modo che anche questa sia un’edizione bella e partecipata per dare un’opportunità ai migliori giovani provenienti da tutto il mondo. Ogni volta che si investe in iniziative che riguardano i giovani dobbiamo esserci, per fare crescere i migliori talenti avvicinando tante persone a uno degli sport più belli al mondo. Sarà una giornata di sport che farà conoscere la bellezza dei nostri territori dove si allenata anche la nazionale di ciclismo prima di partire per i mondiali di Glasgow”.

Anche il consigliere regionale Cristiano Benucci ha voluto ringraziare gli organizzatori e i volontari dell’associazione sportiva dilettantistica G.S. Nuovo Pedale Figlinese ricordando che “la corsa apre i festeggiamenti del Perdono che contraddistinguono tutto il Valdarno. Questo è un grande avvenimento di sport ed è importante per il Consiglio regionale contribuire a questa manifestazione. È la dimostrazione del grande legame tra il ciclismo e il nostro territorio. È bello vedere piazza Ficino piena dei colori delle squadre partecipanti e vedere tanta gente affacciarsi alle finestre e seguire lungo il percorso la gara”.

Dario Picchioni, assessore allo Sport del Comune di Figline e Incisa Valdarno, accompagnato dal vicesindaco Giovanni Di Fede, ha sottolineato come “quest’anno la gara si inserisca nel programma dei festeggiamenti del 50esimo Palio di San Rocco, una sinergia che va avanti da tempo con grande soddisfazione e l’impegno di tanti volontarie e volontari. C’è una grande partecipazione di sponsor, aziende e cittadini a dimostrazione della popolarità della manifestazione e un ringraziamento particolare va a tutte le istituzioni che ci hanno sostenuto”.

A sostenere la gara l’Assemblea legislativa toscana e la Città Metropolitana di Firenze rappresentata da Nicola Armentano, consigliere con delega allo sport: “Per noi è importante stare accanto a manifestazioni come questa, perché non promuovono solo lo sport, ma fanno conoscere la bellezza dei luoghi dove si svolge la competizione. Il concetto è sempre lo stesso, investire risorse nel mondo dello sport, importanti per coinvolgere i giovani in una realtà educativa e valoriale, ma attraverso questi investimenti valorizzare i nostri territori, migliorando anche la rete viaria, investendo sulla sicurezza stradale. E lo faremo anche quando ospiteremo la partenza del Tour de France nel 2024”.

Sandro Sarri, presidente del Gruppo Sportivo Nuovo Pedale Figlinese, è l’organizzatore della manifestazione: “La nostra è una bella gara che ha una grande tradizione e vanta tra i vincitori nomi importanti del ciclismo internazionale, come Chioccoli, Bontempi e Bartoli. Ringraziamo per il sostegno il Consiglio regionale, la Città Metropolitana di Firenze e il Comune di Figline e Incisa Valdarno”. “Quest’anno – ha proseguito – per il momento sono iscritte 30 squadre. Il percorso per i primi 40 chilometri si svolgerà su un circuito nel territorio di Incisa Valdarno e gli altri 130 chilometri si correranno nel territorio di Figline. Si tratta di un percorso molto impegnativo con il tradizionale arrivo a piazza Marsilio Ficino”.

A portare i saluti della Federciclismo è stato il presidente del Comitato provinciale Leonardo Gigli: “Questa è una delle gare più prestigiose che ci sono in Toscana, sia per l’albo d’oro che per come viene organizzata. I complimenti vanno agli organizzatori e per capire il target di questa manifestazione basta fare il nome di Andrea Piccolo, vincitore nell’edizione del 2021, che ha indossato la maglia rossa di leader della Vuelta, in Spagna, pochi giorni fa”.

Al termine della conferenza stampa Sandro Sarri ha consegnato una bottiglia di vino dedicata all’evento e una medaglia celebrativa della 45esima edizione della gara al presidente del Consiglio regionale, alle autorità intervenute e agli sponsor che permettono ogni anno l’organizzazione della manifestazione.

Le dichiarazioni in video