Insegna estra

938,34 milioni di euro di valore distribuito agli stakeholder, contratti a tempo indeterminato per il 95,7% del personale del Gruppo, 23.439 ore di formazione erogate e oltre 12.455 tonnellate di emissioni di CO2 evitate grazie alla produzione di energia da fonte rinnovabile. Sono questi alcuni dei dati più significativi emersi dal Bilancio di Sostenibilità 2019 del Gruppo Estra.

«La sostenibilità ambientale è al centro degli obiettivi del nostro Gruppo che la persegue con  convinzione e commitment attraverso una molteplicità di iniziative al servizio dei territori e della collettività», ha dichiarato l’amministratore delegato di Estra, Alessandro Piazzi.
«La creazione di valore condiviso è il concetto cardine attorno a cui operiamo. Ciò è ancor più vero nell’attuale contesto in cui l’emergenza Covid-19 ha messo in luce l’importanza di porre in campo iniziative a sostegno delle comunità nell’ambito di un’azione collegiale con le istituzioni e il mondo produttivo nel suo insieme», ha dichiarato a sua volta il presidente di Estra Francesco Macrì.

La sostenibilità come risposta all’emergenza Covid-19

Nell’ottica di rafforzamento dei principi di sostenibilità ambientale il Gruppo Estra ha attivato un processo di allineamento tra i temi materiali del Gruppo e i Sustainable Development Goals (SDGs), introdotti dalle Nazioni Unite nel 2015. Tale abbinamento ha posto in luce come le attività del Gruppo incrocino numerosi dei 17 Goal; in particolare: la lotta al cambiamento climatico; il consumo e produzione responsabile; l’energia pulita e accessibile; le città e comunità sostenibili; le imprese, innovazione e infrastrutture; il lavoro dignitoso e la crescita economica; la parità di genere; la riduzione delle disuguaglianze.

Perseguire la sostenibilità significa avere già degli anticorpi per affrontare l’emergenza:

–       l’attenzione per la salute e la sicurezza di tutti i dipendenti ha garantito l’utilizzo massiccio dello smart working a cui hanno ricorso oltre 450 persone (su 760 dipendenti). Estra ha deciso di adottare ulteriori misure a sostegno dei lavoratori in caso di contagio da Coronavirus. Lo ha fatto stipulando una copertura assicurativa la cui validità si estende a tutti i dipendenti, fino al 31 dicembre 2020;

–       la sensibilità verso i propri clienti ha garantito un supporto a famiglie ed imprese che, a causa dell’emergenza Covid19, hanno avuto difficoltà oggettive nel pagamento delle bollette del gas e dell’energia elettrica, con rateizzazioni senza applicazione di interessi;

–       l’avere, negli anni, realizzato infrastrutture tecnologiche (fibra ottica, WiFi, sperimentazione 5G) ha assicurato connessioni di qualità per la digitalizzazione dei processi;

–       la responsabilità sociale di impresa ha tutelato il tessuto sociale con donazioni agli ospedali, il sostegno ad associazioni e ha contribuito alla didattica a distanza con Energicamente, il progetto educativo nazionale di e-learning sui temi dell’innovazione energetica e del consumo sostenibile, utilizzato da oltre 800 insegnanti;

–       la riduzione di emissioni inquinanti con la produzione di energia da fonti rinnovabili e le attività per l’efficientamento energetico di imprese e abitazioni, diminuiscono il fattore di rischio sanitario dovuto all’inquinamento atmosferico.

Le conseguenze sociali ed economiche dell’emergenza sanitaria sono inevitabili, ma Estra è impegnata a limitarne le conseguenze e a contribuire alla ripresa.

Valore economico generato e distribuito agli stakeholder

Nel 2019 il valore economico generato è stato pari a 1 miliardo di euro (1.003.862) in crescita del 19% rispetto all’anno precedente per effetto della crescita dei ricavi. Il valore distribuito agli stakeholder si è attestato a 938,34 milioni, così suddiviso: ai fornitori la maggior parte della ricchezza prodotta pari a 860,7 milioni; al personale dipendente 39,3 milioni; ai soci e finanziatori 27,9 milioni in termini di dividendi distribuiti e di oneri finanziari corrisposti in linea con l’esercizio precedente; alla Pubblica Amministrazione, 7,7 milioni in termini di imposte dirette e indirette; alla collettività e al territorio 2,6 milioni distribuiti per sponsorizzazioni (sportive, culturali e sociali), liberalità e quote associative.

Valore del capitale umano

Le persone rappresentano per Estra una risorsa essenziale per la creazione di valore e il miglioramento e lo sviluppo dei processi interni. Dal 2018 al 2019 il numero di dipendenti del Gruppo è aumentato di 54 unità, passando da 707 a 761 persone. Nel 2019 è proseguito il trend, già registrato nel biennio 2017-2018, di progressivo aumento dei contratti a tempo indeterminato con il 95,7% di dipendenti a tempo indeterminato a fronte del 93,8% del 2018. La crescita ha interessato trasversalmente tanto i dipendenti uomini (da 411 a 454) quanto le donne (da 252 a 274). Nel 2019, complessivamente sono state erogate 23.439 ore di formazione per una media di 29 ore per lavoratore. La vasta offerta formativa messa a disposizione dal Gruppo testimonia l’impegno profuso ai fini della crescita professionale dei dipendenti considerata come leva di sviluppo e garanzia di qualità dei servizi offerti da Estra.

Valore ambientale

La salvaguardia dell’ambiente, l’utilizzo razionale delle risorse naturali, insieme allo sviluppo sostenibile sono, da sempre, al centro dell’attenzione del Gruppo Estra. Nel 2019 le emissioni di CO2 evitate grazie alla produzione di energia da fonte rinnovabile sono state pari a oltre 12.455 tonnellate. La quantità di emissioni evitate di CO2 per interventi di efficientamento energetico è inoltre raddoppiata tra il 2018 e il 2019, passando da 150 a 307 tonnellate, ciò per merito in particolare del risparmio di CO2 derivante dalle ristrutturazioni e riqualificazioni condominiali. Per quanto riguarda i rifiuti prodotti, il 92% dei rifiuti prodotti viene inviato a recupero anziché smaltito, ciò a dimostrazione del valore che il Gruppo attribuisce alla sostenibilità anche nel settore dei rifiuti.

Rapporto con i clienti e qualità dei servizi

Nel 2018 il numero complessivo dei clienti finali gas e energia elettrica è stato pari a oltre 800 mila in aumento del 3,4% rispetto al 2018, così suddiviso: 635.574 clienti gas metano e 164.859 clienti energia elettrica. La qualità dei servizi e il rapporto di fiducia con i clienti sono obiettivi primari per il Gruppo Estra. Indice dell’attenzione del Gruppo per la correttezza e trasparenza del processo di vendita è il Protocollo di autoregolazione per contratti e attivazioni non richieste firmato assieme alle Associazioni dei Consumatori. I servizi di qualità offerti da Estra sono testimoniati dalla costante diminuzione dei reclami, ridotti del 23% dai 4.003 del 2018 ai 3.066 del 2019. Sempre nell’ottica di garanzia di servizi di qualità il Gruppo pone un’attenzione prioritaria sulla sicurezza degli impianti; è sistematica l’attività di ispezione delle reti di distribuzione gas (ogni anno quasi il 100% della rete) per garantire elevati standard di sicurezza.

Valore al territorio e alla collettività

Sono numerose le iniziative realizzate dal Gruppo per lo sviluppo dei territori volte a promuovere la cultura della sostenibilità e stili di vita coerenti con l’uso consapevole e responsabile delle risorse naturali. È questo il caso ad esempio del progetto didattico “Energicamente”, promosso da Estra insieme a Legambiente, giunto alla sua 9° edizione. “Energicamente” mira a sensibilizzare le nuove generazioni sui valori della tutela ambientale e dell’utilizzo ecocompatibile dell’energia; al centro del progetto il percorso ludico-didattico che accompagna i ragazzi in modo interattivo con un innovativo approccio digitale grazie alla formazione sulla piattaforma web di “Energicamente”. L’educazione ambientale è al centro anche del progetto “ROARR, Limita lo speco” e dell’iniziativa finanziata da Erasmus+ per la formazione della nuova figura professionale del “Project Manager del Bilancio di Sostenibilità e del Report Integrato”. L’attenzione del Gruppo al territorio e alle comunità si esprime anche attraverso progetti ad hoc volti a valorizzare l’innovazione come nel caso del programma E-qube Startup&Idea Challenge realizzato in collaborazione di Nana Bianca e Startup Italia.