Raimondi e Mattarella

Il presidente della Corte europea dei diritti dell’uomo ospite dell’Università

Raccontami una storia premio letterario

Sarà presente anche Guido Raimondi, il presidente della Corte europea dei diritti dell’uomo, all’inaugurazione della terza edizione delle cliniche legali Unifi. Venerdì 15 marzo a Firenze, i tre percorsi di formazione giuridica che sperimentano il diritto in azione partiranno ufficialmente con due incontri al campus delle Scienze sociali di Novoli.

Organizzata dalla Scuola di Giurisprudenza, l’iniziativa si aprirà alle 11 con la lectio magistralis di Raimondi dal titolo La Corte europea dei diritti dell’uomo: tutela dei diritti fondamentali e mantenimento della sua efficienza operativa dedicata agli studenti dei corsi di Filosofia del diritto (edificio D06, aula 118, via delle Pandette, 35). A introdurre l’intervento saranno Irene Stolzi e Simone Torricelli, rispettivamente presidenti dei corsi di laurea in Giurisprudenza e in Scienze dei servizi giuridici.

Nel pomeriggio, alle 14,30, avrà luogo l’inaugurazione, alla presenza del rettore Luigi Dei, del presidente della Scuola Paolo Cappellini e dalla direttrice del Dipartimento di Scienze giuridiche – DSG Patrizia Giunti (edificio D06, aula 0.18, via delle Pandette, 35).

 Durante l’incontro, si confronteranno con Raimondi sui temi della protezione dei diritti dell’uomo – al centro dei tre percorsi formativi Unifi – il coordinatore delle cliniche Emilio Santoro, la presidente del Tribunale di Firenze Marilena Rizzo, la presidente della sezione immigrazione del Tribunale di Firenze Luciana Breggia, il presidente del Tribunale di Sorveglianza di Firenze Marcello Bortolato, il capo dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria Francesco Basentini e la presidente della Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale di Firenze Anna Maria Santoro.

 Le cliniche legali sono organizzate dal Dsg – nell’ambito delle attività finanziate da Scienze Giuridiche come Dipartimento di eccellenza riconosciuto dal Miur – in collaborazione con la Scuola di Giurisprudenza e con il Centro di ricerca interuniversitario su carcere, devianza, marginalità e governo delle migrazioni.

I tre percorsi dell’edizione 2019 sono dedicati rispettivamente a: “I diritti dei richiedenti protezione internazionale”, “La protezione dei diritti da parte della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo” e “La protezione dei diritti delle persone in esecuzione penale”. Ogni clinica prevede l’approfondimento teorico dei temi affrontati e attività pratiche come esperienze dirette presso i tribunali e le strutture deputate alla gestione di casi concreti e simulazioni su casi reali, affiancati da giuristi e operatori del settore.