Il presidente di Estra Francesco Macrì confermato nella giunta di Utilitalia

Conferma per Francesco Macrì, presidente di Estra, nella Giunta Esecutiva di Utilitalia, la Federazione che riunisce le imprese dei servizi pubblici dell’acqua, dell’ambiente, dell’energia elettrica e del gas in Italia. Le 450 imprese associate forniscono servizi idrici a circa l’80% della popolazione, servizi ambientali a circa il 55%, di distribuzione gas ad oltre il 30% e servizi di energia elettrica al 15%, con un valore della produzione pari a 40miliardi di euro e oltre 90.000 occupati.

La conferma di Macrì è arrivata nel corso dell’Assemblea che si è svolta a Roma e che ha visto il rinnovo del mandato alla Presidente Michaela Castelli e l’intervento del ministro per la transizione ecologica, Roberto Cingolani.

Assemblea nel corso della quale Francesco Macrì, nella sua qualità di Coordinatore del settore energia di Utilitalia, ha ribadito “l’importanza della leadership che la Federazione ha assunto su molte materie, diventando il punto di riferimento per stakeholder, Ministeri e Autorità di settore come ARERA. Il settore sta evolvendo anche grazie ad una maggiore sensibilità sugli effetti dell’uso dell’energia sui cambiamenti climatici. E’ quindi indispensabile che Utilitalia continui a porre l’attenzione su alcuni temi strategici, primo tra tutti la revisione della normativa in materia di gare per l’affidamento delle concessioni del servizio di distribuzione gas. Ma anche temi come i Piani di investimento a più ampio respiro in linea con le previsioni degli obbiettivi del Green Deal europeo e le valutazioni premiali su investimenti in infrastrutture finalizzate allo sviluppo di tecnologie innovative. Fino ad oggi Utilitalia ha saputo intraprendere iniziative di aggiornamento e riflessione coinvolgendo gli associati”.

Adesso si tratta di guardare allo scenario futuro del settore energia presidiando non solo la fase di predisposizione delle Direttive europee ma anche l’interlocuzione costante e costruttiva con le Istituzioni nazionali e quindi Parlamento e Governo.

“Siamo in una fase in cui si incrociano, in modo straordinario, criticità e opportunità – conclude Francesco Macrì. Da una parte abbiamo il permanere di una grave crisi economica e il non esaurirsi dell’emergenza Covid. Dall’altra abbiamo le opportunità offerte dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. Il sistema delle aziende di Utilitalia aveva già messo a punto un programma d’investimenti in grado di qualificare i servizi per i cittadini e di creare nuova occupazione. Elemento questo fondamentale in vista di come si annuncia, dal punto di vista economico e lavorativo, l’autunno. Il PNRR è uno strumento fondamentale e un’opportunità che la aziende di Utilitalia sono pronte a cogliere per contribuire alla ripresa del Paese”.