Annunci
Banner Estra

A marzo, il Comune di Cantagallo aveva approvato all’unanimità un patto di solidarietà con la città di Kobane per la costruzione della casa delle donne, dichiarando il proprio sostegno alla città e al popolo curdo nella lotta per la libertà e l’autodeterminazione. In questi mesi, le relazioni con Kobane sono state tenute con il supporto fondamentale dell’associazione Ponte Donna, in particolare tramite il suo presidente, all’interno della campagna Rojava calling.

Sempre tramite la presidente dell’associazione, Carla Centioni, il sindaco di Kobane Faris Atti ha inviato il 17 Giugno una risposta al sindaco di Cantagallo per ringraziare il Comune della solidarietà ricevuta.

L’associazione ha girato la lettera al sindaco Guglielmo Bongiorno, che ha reso noto il suo arrivo sul proprio profilo di Facebook, allegando la lettera stessa.

Di seguito, l’email ricevuta dal sindaco Guglielmo Bongiorno.

Lettera a Guglielmo Bongiorno