Incendio Prato, ancora chiuso tratto via Roma

Premio letterario Raccontami una storia

Sono proseguite per tutta la notte le operazioni di spegnimento degli ultimi focolai e di messa in sicurezza dell’area occupata da quello che resta della falegnameria, andata a fuoco in via Roma, nella zona del Soccorso, all’alba di ieri. I vigili del fuoco, provenienti dai vari distaccamenti di Prato, Montemurlo, Firenze, Pistoia, Pisa e Lucca, hanno lavorato senza sosta anche stanotte. Le squadre di volontariato hanno lavorato fino alla tarda serata di ieri, attualmente non ci sono volontari operativi.
E’ ancora in parte ancora attivo il blocco della circolazione lungo Via Roma (tratto fra Via Alessandria e Via Panziera) e lungo il tratto terminale di Via Alessandria (fra Via Marengo e Via Roma) e della stessa Via Marengo. È stata da poco riaperta la corsia da sud verso il centro città del tratto di via Roma dalla piscina al sottopasso del Soccorso, chiuso a causa dell’incendio alla falegnameria Puggelli. L’altra corsia, tra via Roncioni e il sottopasso, sarà riaperta entro le 18.
Sono sette i nuclei familiari evacuati ieri per motivi di sicurezza, per un totale di 16 persone. Il sindaco ieri sera ha emesso un’ordinanza contingente ed urgente relativa all’inabilità degli immobili adiacenti e limitrofi all’area del deposito di legname. Tutti hanno trovato una sistemazione temporanea da parenti, una persona invece ha trovato alloggio in un albergo del centro storico. L’ordinanza è stata emessa in seguito al sopralluogo compiuto ieri sera dal dipartimento della prevenzione, igiene e sanità pubblica della Asl 4 di Prato. L’amministrazione comunale ha ordinato la momentanea non abitabilità degli immobili posti lungo via Roma dal civico 190 al civico 212 e di quelli situati ai civici 61 e 63 di via Marengo. Il provvedimento resterà in vigore fino a quando la Asl non dichiarerà cessato qualsiasi possibile rischio conseguente agli effetti dell’incendio.
Intanto la scuola d’infanzia e elementare Santa Caterina de’ Ricci, che confina con il piazzale della falegnameria, resta chiusa anche oggi per disposizione della direzione didattica, dal momento che la zona è stata transennata e alcune strade sono inagibili.