Annunci
Banner Estra

Khadija El Aoufy, candidata con i socialisti nella lista Biffoni, risponde al candidato sindaco di Città Forte, Riccardo Bini, che punta all’eliminazione dell’assessorato all’integrazione. “Senza offesa ma sembra l’intervento di una persona che vive fuori da Prato, e che della città multietnica e delle vere problematiche non è ben informata. È un tema che da candidata al consiglio mi tocca in prima persona. L’amore per la città in cui sono cresciuta non va certo a cancellare quello che è il sentimento nei confronti della mia terra d’origine. e oggi mi sento di affermare con ferma convinzione che lasciare che ognuno abbia la sua cultura è si, giusto ma certo non porta quel salto di qualità di cui una città come Prato ha bisogno – spiega la candidata Khadija El Aoufy – nessuno deve essere privilegiato, perché alla base devono esserci i principi della nostra costituzione di equità ed uguaglianza tuttavia abolire l’assessorato all’integrazione vuol dire fare un passo indietro. Non voglio accusare nessuno di ignoranza, ma ribadisco che bisognerebbe essere più obiettivi parlando della città e fare proposte vere, attuabili e soprattutto che diano un beneficio ai cittadini, tutti, nessuno escluso”.