La Galleria dell’Accademia di Firenze e l’Istituto degli Innocenti

galleria dellaccademia di firenze spinetta ovale bartolomeo cristofori

firmano un accordo di collaborazione triennale

Biglietto ridotto, laboratori per bambini, una mostra su Foschi e

un programma di concerti per valorizzare i propri beni culturali

Un accordo di collaborazione per la valorizzazione dei propri beni culturali attraverso mostre, concerti, attività educative, iniziative promozionali e altre forme di progettualità comune. È quanto sottoscritto dall’Istituto degli Innocenti e dalla Galleria dell’Accademia di Firenze, i due enti del centro storico fiorentino che conservano un immenso patrimonio storico-artistico. I contenuti dell’accordo, che ha durata triennale ed è rinnovabile, sono stati presentati oggi, 22 marzo, nella sede dell’Istituto degli Innocenti dalla presidente Maria Grazia Giuffrida e da Cecilie Hollberg, direttore della Galleria dell’Accademia di Firenze.

L’accordo ha già dato vita a un ricco programma di iniziative congiunte a cui, nei prossimi mesi, si aggiungeranno altri eventi e progetti. In base all’intesa, per prima cosa, l’Istituto si impegna a riconoscere una riduzione sul prezzo di ingresso al Museo degli Innocenti per i visitatori muniti di biglietto della Galleria dell’Accademia di Firenze (emesso nei sei giorni precedenti). Visitando, quindi, il celebre museo che custodisce il David di Michelangelo, i turisti avranno anche la possibilità, a prezzo ridotto, di scoprire i tesori dell’edificio di piazza Santissima Annunziata progettato da Filippo Brunelleschi, di ammirare le opere custodite nel Museo degli Innocenti, di partecipare alle attività dedicate a bambini e famiglie e alle visite a tema.

Un altro importante capitolo dell’accordo riguarda un ricco programma di concerti e di attività legate al mondo della musica e degli strumenti musicali di cui la Galleria dell’Accademia di Firenze custodisce rari esemplari. Documenti, fino a oggi inediti, presenti nell’Archivio storico degli Innocenti hanno rivelato che nel periodo tardo Rinascimentale – primo Barocco i bambini accolti agli Innocenti studiavano e suonavano strumenti dell’epoca come il flauto, il trombone, il cornetto e il liuto. Alcuni di questi antichi strumenti sono presenti nella collezione del Conservatorio Luigi Cherubini, custoditi ed esposti alla Galleria dell’Accademia di Firenze. Questo prezioso patrimonio, che mette in connessione le storie dei due istituti, ha portato all’ideazione di questo primo ciclo di concerti. In tale occasione, verranno proposte delle visite (su prenotazione) alla collezione degli strumenti esposti alla Galleria dell’Accademia. Le visite, che permetteranno un approfondimento specifico sul tema, si terranno nelle stesse date dei concerti, alle ore 16.30 circa. Si prevedono inoltre visite congiunte alle due sedi e attività laboratoriali che si terranno nella Bottega dei ragazzi. Il programma di concerti proposto dall’Istituto degli Innocenti, che ripercorrerà cronologicamente tempi e modalità di esecuzione della musica dal Rinascimento ai giorni nostri, sarà ospitato negli spazi monumentali del salone Brunelleschi e nel Cortile delle Donne.

Il ciclo si aprirà con due incontri musicali ideati dalla Galleria dell’Accademia di Firenze, in collaborazione con la restauratrice di strumenti Kerstin Schwarz. Il primo, lunedì 15 maggio, con un approfondimento sull’attività di Bartolomeo Cristofori nel suo primo periodo a Firenze, accompagnato da un concerto con due copie di strumenti a tastiera della collezione Medicea (la spinetta ovale e il clavicembalo d’ebano del Cristofori). Il secondo appuntamento, lunedì 22 maggio, con un focus sul clavicembalo inglese Longman & Broderip del 1785 e un concerto per clavicembalo inglese. In queste occasioni sarà possibile visitare la sezione di strumenti musicali custodita dalla Galleria dell’Accademia di Firenze.

Giovedì 25 maggio, invece i concerti si sposteranno nel Cortile delle Donne dell’Istituto, dove, alle ore 18, i giovani del Conservatorio Luigi Cherubini “daranno voce” al canto solistico con accompagnamento strumentale del primo Barocco. Segue poi martedì 6 giugno, alle ore 18, il concerto proposto dalla Scuola di Musica di Fiesole: in programma le esecuzioni di S-bandiamo (i piccolissimi della classe dei “fiati” della Scuola), del Gruppo corale dell’Orchestra delle Piagge e di due gruppi di musica da camera. Infine, terzo appuntamento, domenica 11 giugno alle 18, con il gruppo di musica d’insieme e orchestra dell’Astrolabio che accoglie ragazzi con diverse disabilità.

Sul fronte artistico, la prima mostra frutto dell’accordo è dedicata a Pier Francesco Foschi (1502-1567), pittore manierista della scuola fiorentina, celebre in particolare per la sua attività di ritrattista. La rassegna, organizzata dalla Galleria dell’Accademia di Firenze, riunirà dal 27 novembre 2023 al 10 marzo 2024 nelle sale per le esposizioni temporanee del museo, oltre quaranta autografi del pittore, tra dipinti e disegni, che ripercorreranno i principali aspetti della sua prolifica attività. Per l’occasione, l’Istituto degli Innocenti presterà l’opera custodita nel suo Museo che ritrae la ‘Madonna col Bambino e due angeli’. Inoltre, l’Istituto realizzerà anche una ricerca di archivio per verificare la storia dell’opera, organizzando, come Bottega dei Ragazzi, un laboratorio specifico per gruppi di bambini o ragazzi e promuovendo l’iniziativa sui propri canali di comunicazione istituzionale.

Sono molto felice di aver sottoscritto un nuovo accordo di collaborazione con la Galleria dell’Accademia di Firenze, dopo quello già attivato nel 2019 – ha commentato la presidente dell’Istituto degli Innocenti, Maria Grazia Giuffrida -. Per noi è importante affiancare allimpegno plurisecolare dellIstituto nella tutela dellinfanzia, anche l’attività di valorizzazione del nostro ingente patrimonio culturale che è un bene prezioso per la comunità e che, con questo accordo, cerchiamo di rendere più fruibile e accessibile a tutti”.

Con la presidente Giuffrida – ha sottolineato Cecilie Hollberg, direttore della Galleria dell’Accademia di Firenze – siamo riuscite a creare un progetto significativo di collaborazione e di collegamento tra le nostre due prestigiose istituzioni del quadrilatero lorenese. Un progetto del quale sono molto soddisfatta e che ci da l’opportunità di mettere in luce i rispettivi tesori. Fiorentini e turisti potranno visitare i due musei grazie ad un prezzo speciale ma anche vivere eventi come i concerti che da maggio coinvolgeranno sia la Galleria dell’Accademia di Firenze che l’Istituto degli Innocenti. Senza dimenticare le visite guidate per famiglie nell’ambito della mostra che la Galleria dell’Accademia di Firenze organizzerà a novembre prossimo: la prima monografica in Europa dedicata a Pier Francesco Foschi”.