Per il #BiodiversityDay, la giornata mondiale dedicata alla biodervisità celebrata il 22 maggio, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) ha realizzato e pubblicato su Youtube un breve e e suggestivo filmato. Il video parla da sé, semplicemente guardandolo. Ci sono le forme di vita più piccole, gli insetti, le foreste, l’agricoltura, i cetacei, le giraffe.

La biodiversità è una risorsa in crisi che va salvata con urgenza. Secondo l’Intergovernmental Science-Policy Platform on Biodiversity and Ecosystem Services circa 1 milione di specie animali e vegetali (su un totale stimato di circa 8,7 milioni di specie viventi) sono minacciate di estinzione. Molte di queste estinzioni potrebbero completarsi entro pochi decenni. L’attuale ritmo di estinzione delle specie, da 100 a 1000 volte più veloce di quella degli ultimi 10 milioni di anni, fanno ritenere gli scienziati che siamo di fronte alla sesta grande estinzione massa, dopo quella dei dinosauri. Dal 1900 a oggi l’abbondanza media di specie autoctone nella maggior parte degli habitat terrestri è diminuita di almeno il 20%; dal XVI secolo a oggi almeno 680 specie di vertebrati sono state forzate all’estinzione; oltre il 9% di tutte le razze di mammiferi domesticati si sono estinte e almeno mille razze sono a rischio. I fattori del declino della biodiversità sono prevalentemente di natura antropica.