In occasione della giornata mondiale dedicata alla sindrome di Down di sabato 21, l’AIPD di Prato (Associazione Italiana Persone Down) ha lanciato la campagna Sono diverso… #sono unico per contribuire a superare i pregiudizi e i luoghi comuni legati a questa sindrome.
Gli organizzatori invitano pertanto tutti i pratesi a dare il proprio contributo pubblicando il proprio selfie su Instagram con l’hashtag #sonounico: le foto raccolte saranno proiettate sul muro di Palazzo Pretorio nella serata di sabato 21, a partire dalle 18. Inoltre, per tutta la giornata di sabato, l’ingresso al Museo di Palazzo Pretorio sarà gratuito per i ragazzi e i familiari dell’Associazione.

L’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune, nasce dalla consapevolezza che ciascuno di noi è unico e diverso da tutti gli altri. “Le persone con la sindrome di Down hanno un cromosoma in più – spiegano i promotori dell’iniziativa – da cui derivano alcune caratteristiche, tipiche della sindrome, che le rende riconoscibili e ‘diverse’ dagli altri. Nonostante questo, tutte le persone con la sindrome di Down sono diverse tra loro, proprio come ogni persona è diversa dalle altre”.
Per superare i luoghi comuni sulla sindrome di Down viene così chiesto l’aiuto ai cittadini, a tutti coloro che pensano di essere unici e diversi da tutti gli altri e che essere diversi è normale. “E se essere diversi è normale, facciamolo vedere a tutti”, invitano gli organizzatori.
La campagna di sensibilizzazione continua anche alla biblioteca Lazzerini dove, a partire da sabato 21 e per una settimana, i selfie saranno proiettati sulle mura del cortile.