Le vacanze culturali non conoscono crisi

Premio letterario Raccontami una storia

In 7 anni, la spesa dei viaggiatori internazionali è cresciuta di quasi il 9% l’anno per le vacanze culturali che hanno contribuito per oltre i due terzi alla crescita delle presenze di turisti stranieri in Italia. Emerge una crescente centralità delle motivazioni culturali nella scelta dei turisti stranieri di visitare l’Italia: in questa tipologia di viaggio ricade circa il 60% della spesa degli stranieri in vacanza in Italia.
L’unicità del patrimonio culturale italiano, unita alla bellezza del territorio e all’enogastronomia costituiscono un vero e proprio vantaggio competitivo per il nostro paese e la capacità di valorizzare e rendere accessibili queste ricchezze è una leva chiave per promuovere il settore del turismo italiano.

Nella giornata di ieri a Meet Lucca è stata protagonista l’Europa con due workshop per approfondire il mercato dei BRICS (Paesi emergenti) e il mercato del turismo europeo attraverso l’esperienza della Rotta dei Fenici, itinerario culturale europeo che porta avanti una visione del turismo non solo dedicato a chi viaggia, ma a chi vive nel territorio, sviluppando buone prassi tra il territorio, inteso come comunità, e i visitatori.
Si è parlato di turismo sociale con OITS (Organizzazione Internazionale Turismo Sociale) che ha lo scopo di favorire politiche di turismo sociale, responsabile e sostenibile, con un forte focus sull’attenzione al turista viaggiatore, che ha più difficoltà ad andare in vacanza, (giovani, famiglie, anziani, persone in situazioni di disagio).
Spazio per un’analisi delle tipologie di turismo in Europa, delle tendenze per delineare gli scenari futuri. Focus anche su turismo digitale e sulle nuove tecnologie, qui la parola d’ordine è “coinvolgimento” e si parlerà di video giochi come strumento per la promozione dei territori e del modo in cui l’interattività permessa dal digitale consenta di amplificare la narrazione.
Attenzione anche al concetto di turismo legato al lusso interiore che corrisponde al benessere della persona e al rispetto del territorio.

L’Open Theatre invece apre alle esperienze e ai racconti sugli itinerari culturali, parlando delle modalità di aggregazione scaturite dalla nascita di questi percorsi.
Si è aperto sotto il segno del Molise, regione ospite della prima edizione del MEET, che parla di un modello d’accoglienza basato sulla tradizione e incentrato sui tratturi.
Protagoniste le vie: la Romea Germanica, la Sacra Etrusca, la Clodia, le vie dei Medici.
Presentato anche il Cammino di Dante, un percorso da Poppi a Firenze, con declamazione finale dei versi del Sommo Poeta.
L’Associazione Vie Leonardo da Vinci, ha illustrato un itinerario culturale che aggrega i luoghi toccati da Leonardo e che coinvolgerà anche la Francia.

Anche la formazione ha fatto parte del palinsesto di Meet Tourism Lucca con momenti specifici che proporranno: il corso di travel designer, realizzato in collaborazione con Fondazione Campus Lucca, il corso di formazione per accoglienza Halal, strumenti di attrazione del turista arabo e musulmano di lusso ed un focus di approfondimento sugli itinerari culturali e turistici ed il destination management.
Per gli operatori turistici, previsti degli spazi espositivi, dove incontrare l’offerta degli itinerari culturali, accompagnati da due momenti dedicati: l’area B2B, attiva nella giornata del venerdì, ed il sabato mattina area matching per favorire l’interazione tra gli operatori.

Durante le giornate di Meet Tourism Lucca, spazio anche ad eventi collaterali con 5 mostre tematiche che accompagneranno i visitatori alla scoperta della Via Francigena, Città storiche termali europee, Cammino di Santa Giulia, Pinocchio around the world e Case della Memoria Italiane, degustazioni di prodotti tipici, e tour per la scoperta di Lucca attraverso itinerari tematici specifici.

Meet Tourism Lucca è un Meeting internazionale per la scoperta e la valorizzazione dei percorsi culturali e delle destinazioni di eccellenza europee per un turismo qualificato, culturale, ambientale, sportivo, accessibile e responsabile. Un Meeting di respiro internazionale, nato sotto l’Alto Patronato del Parlamento Europeo e con il Patrocinio di: Consiglio d’Europa Ufficio di Venezia, Istituto Europeo degli Itinerari Culturali, Federturismo Confindustria, Federculture, Regione Toscana, Comune di Lucca, Università di Pisa. il Meeting Internazionale degli Itinerari Culturali – Meet Tourism Lucca – organizzato da FEISCT (Federazione Europea Itinerari Storici Culturali e Turistici) in collaborazione con partner prestigiosi e con la direzione attenta ed esperta di Alberto D’Alessandro, punto di riferimento europeo per lo sviluppo degli Itinerari Culturali.
Meet Tourism Lucca è realizzato in partnership con: Toscana Promozione Turistica, Fondazione Campus di Lucca, Fondazione Promo PA, ITRIA (Itinerari Religiosi Interculturali Accessibili).