La Lega è il primo partito in Toscana, in vista delle elezioni regionali. Il carroccio si attesta oltre il 24% dei voti di lista, contro il 22,6% del Pd. Il candidato democratico Eugenio Giani è però leggermente avvantaggiato per la corsa a presidente della Regione, con il 43% dei voti contro il 42,5% di Susanna Ceccardi. Nell’ex regione rossa sarà testa a testa. Emerge da un sondaggio, diffuso questa mattina, realizzato da Winpoll – Cise per Il Sole 24 Ore.

Ricordiamo che la Lega amministra già, con i suoi sindaci o con quelli espressi dalla coalizione di centrodestra, 6 capoluoghi di provincia toscani su 10. Al centrosinistra rimangono però, oltre a Lucca, le città più grandi: Firenze, Prato e Livorno. Sarà forse lotta fino all’ultimo voto, dunque, e non mancheranno le soprese.

In consiglio regionale, stando al sondaggio, oltre alle due coalizioni maggiori, entrerà soltanto il Movimento 5 Stelle, con Irene Galletti all’8,3%. Le altre liste nel complesso, con relativi candidati, sono dati nel complesso al 6,2% ed è difficile che qualcuno raggiunga quota 5.

Sorprese dalle liste con Toscana sinistra civica ecologista che dovrebbe superare Italia Viva nel centrosinistra e dall’indagine sul voto referendario, dove si potrebbe andare, con una forbice del 4%, al testa a testa fra Si e No.