«Dopo due mesi di tempo sostanzialmente anticiclonico, con al più qualche modesto passaggio piovoso, ora il tempo si vivacizza sull’Italia». Lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: «Avremo infatti a che fare con due rapide perturbazioni. La prima tra giovedì sera e venerdì mattina porterà delle piogge sparse soprattutto al Centrosud, con neve sull’Appennino inizialmente anche sotto i 1000-1200 metri ma quota in rialzo; nevicate anche sulle Alpi soprattutto di confine e in Valle d’Aosta. Ad ogni modo venerdì pomeriggio il tempo sarà migliorato quasi ovunque, con residui piovaschi al Sud ma in esaurimento».
«La seconda perturbazione è attesa sabato tra pomeriggio e sera al Nord con delle piogge sparse specie al Nordovest e alta Toscana – continua il metereologo – e neve sulle Alpi in genere oltre 800-1100 metri. Domenica questo fronte scivolerà al Centrosud innescando anche qui qualche precipitazione. Non si tratterà ancora di piogge particolarmente significative se non in casi eccezionali e localizzati. Da segnalare però il vento, che a tratti soffierà ancora sostenuto da Ponente o Maestrale in particolare in montagna, lungo i versanti tirrenici e tra le Isole Maggiori».

Dopo due mesi tornano le vere piogge

«Tra lunedì e martedì prossimo si scaverà invece un vortice ciclonico più profondo sui mari a ovest dell’Italia – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – il quale molto probabilmente sarà responsabile di una ondata di maltempo che coinvolgerà soprattutto i versanti tirrenici, ma con piogge anche sui restanti settori. Qualora venisse confermato questo peggioramento, si tratterebbe delle prime vere piogge significative dopo oltre due mesi di assenza (ultima intensa perturbazione risale al periodo intorno al 20 dicembre ). Il tutto accompagnato da un sensibile rinforzo del vento tra Scirocco, Libeccio e Ponente con mari molto mossi o agitati».

Variabilità spiccata durante la settimana

«Il prosieguo della prossima settimana dovrebbe vedere un tempo spiccatamente variabile sull’Italia con ulteriori passaggi piovosi, più probabili al Centrosud, alternati comunque a parentesi più asciutte e soleggiate. Con l’avvio di marzo dunque l’anticiclone, spesso dominante in questo non-Inverno, si farà meno ingombrante almeno per qualche giorno», concludono da 3bmeteo.com.