«Italia, ti amo. Il mio cuore è con voi». Con queste parole Marina Abramović saluta tutti gli italiani in un video esclusivo per Palazzo Strozzi, inviato come personale contribuito al progetto IN CONTATTO, nuova piattaforma di testi, immagini, video e approfondimenti nata per creare un nuovo rapporto a distanza con il pubblico.

Protagonista della mostra record The Cleaner nel 2018, Marina Abramović si unisce ad altri artisti che hanno lavorato con Palazzo Strozzi come Ai Weiwei e Tomás Saraceno per incoraggiare Firenze e l’Italia in questo profondo periodo di emergenza. Marina invia un messaggio di profonda solidarietà e incoraggiamento sottolineando come gli italiani stiano dimostrando «grande coraggio e un profondo senso di comunità e umanità» e che la crisi del COVID-19 rappresenta un’emergenza ormai globale che deve divenire un’occasione di ripensamento profondo del nostro rapporto con il pianeta: «la coscienza umana deve cambiare, il nostro approccio al mondo e al pianeta deve cambiare».

Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi esprime la sua gratitudine all’artista: «Siamo grati a Marina per questa dichiarazione di vicinanza e affetto. La sua mostra nel 2018 ha rappresentato un momento unico per Palazzo Strozzi per la sua capacità di coinvolgimento delle persone e per riflettere su concetti come vulnerabilità, empatia e fiducia, che oggi risuonano con forza e assumono un nuovo valore di ispirazione e riflessione».

Link al videomessaggio di Marina Abramović

Arturo Galansino, direttore della Fondazione Palazzo Strozzi e Marina Abramović (foto di Alessandro Moggi).

Trascrizione totale del video messaggio di Marina Abramović: «Questo è il mio messaggio per l’Italia e per gli italiani, che io amo profondamente. Sappiamo che questo è un momento di crisi e che il virus ormai è ovunque. Ma allo stesso tempo dobbiamo imparare una lezione da questi disastri. Gli italiani stanno dimostrando grande coraggio, un profondo senso di comunità e umanità. Dobbiamo combattere insieme. È qualcosa che passerà e ciò che rimarrà sarà un’esperienza davvero importante: la coscienza umana deve cambiare, il nostro approccio al mondo e al pianeta deve cambiare. Questa è la lezione che dobbiamo imparare. Italia, ti amo. Il mio cuore è con voi».